Risata inopportuna

Salve ho 30 anni e ho un problema abbastanza fastidioso.
Rido nei momenti in cui non c'è niente da ridere, anzi, e quando parlo di cose serie che mi colpiscono anche profondamente, lo dico sorridendo.
Durante il funerale di mio nonno, l'unico a cui ero affezionata, ridevo... ovviamente cercavo di trattenere ma non ci riuscivo!! ! Era terribile perché si vedeva... oppure studiando al policlinico una dottoressa, sempre perché ridevo in ambulatorio mi ha cacciato e mentre mi sgridava, io avevo il sorriso stampato in faccia. Oggi mio figlio ha dato una testata, all'inizio mi ha fatto ovviamente tenerezza e stavo quasi per piangere perché mi ha fatto pena, era felice e poi subito dopo si è fatto male, sono passata da quasi alle lacrime a ridere, non riuscivo a smettere, avevo le lacrime agli occhi era più forte di me... ma perché mi succede?
È una risata involontaria...

Grazie.
[#1]
Dr.ssa Silvia Greco Psicologo 135 2 9
Carissimo Utente
può succedere in alcune soggetti che il sorriso o risata involontari, incontrollati e inconsapevoli avvengano in momenti di disagio, tensione o ansia. Pertanto essa viene ritenuta una risposta inconscia del nostro corpo davanti a quella situazione...una sorta di "fuga".
Cordiali Saluti.

Dr.ssa Silvia Greco,
Psicologa Clinica e della Salute

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio