Utente
Buon giorno, circa 4 anni addietro a distanza di 6 mesi uno dall'altro dovetti far sopprimere da veterinario, prima la mia amata cagna pastore svizzero e a seguire il mio amato pastore tedesco la cui tragica perdita della compagna da un momento all'altro complico' la sua gia' acciaccata vita, con un ictus secondo me dovuto al dispiacere provato nel non trovarsela piu' accanto all'improvviso...

Ne venni fuori a fatica dal grande stress circa dopo 6 mesi e dopo un anno pensavo ormai del tutto, riciordandoli per gli anni stupendi che avevamo vissuto quotidianamente insieme h24 potendoli portare sempre con me.

Ora a distanza di 4 anni, mi sveglio all'improvviso con il senso di colpa di averli fatti sopprimere, pur sapendo di avergli invece risoparmiato atroci sofferenze, e mi si strizza lo stomaco e mi si annoda la gola e mi sento morire e piango... questo avviene anche all'improvviso durante il giorno, magari vedendo un cane anziano dal passo incerto che scatena queste dolorosissime sensazioni a volte all'improvviso cosi' mentre sto facendo lavori sebbene nulla mi porta alla mente tali fatti... nb: il veterinario mi consiglio' tale decisione e ne fui e sono ancora convinto dati alla mano essere stata l'unica via meno crudele che il non agire.

Cmq sto male e non vorrei che questa cosa mi portasse a ben peggiore stato di animo.
ps: dopo un annetto dalla dipartita dei miei angioletti di 13 e 13, 6 anni di eta', presi la cagnina che ho tutt'ora al canile e con la quale siamo in ottimo rapporto h 24, ma mi manca sempre la mia coppia di pastori e in particolare la femmina con la quale ci capivamo sul da farsi solo con lo sguardo.

Per chi non conosce e ama gli animali so che questa sembra una baggianata ma invece e' la verita'.
grazie tino

[#1]  
Dr.ssa Raffaella Gonella

16% attività
16% attualità
0% socialità
CEVA (CN)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2011
Buonasera,
la sofferenza che lei descrive è comprensibile, è davvero difficile prendere decisioni del genere, lutti e ferite del passato che possono riattualizzarsi nel presente e quindi ripresentarsi con un carico emotivo importante. Bisognerebbe capire quale aspetto della sua situazione attuale ha riattivato il ricordo e quindi darsi tempo per approfondire ed elaborare. L'aiuto di uno specialista potrebbe essere indicato. La saluto cordialmente.
Dr.ssa Raffaella Gonella