Utente
Buongiorno,

Sono una giovane ragazza che intrapreso da pochi mesi una relazione con un uomo di pochi anni più grande.
Godiamo molto della rispettiva compagnia (cosi dice anche lui) ma i rapporti sessuali sono quasi assenti e io non so che fare.
In due mesi e mezzo di relazione abbiamo avuto un solo "rapporto completo" la cui durata é stata però molto breve (pochi secondi) e solo un paio di volte dei rapporti orali.
Quando ci vediamo (una, massimo due volte alla settimana) ci ritroviamo a casa sua.
I miei tentativi di approccio in queste occasioni spesso non ricevono risposta (mi chiede perché invece non mi concentro sul film) oppure non vanno mai oltre qualche bacio o "palpatina".
Dice di essere fuori forma (in effetti avrà una trentina di chili di sovrappeso, fuma molto, non pratica sport ed è molto stressato sul lavoro) e soprattutto di essere molto stanco.
Di contro, molte volte lo vedo mettere mi piace sui social a post di donne nude o in atteggiamenti provocanti e sono frequenti le battute (per quanto bonarie) su altre donne "famose"  che mi hanno portato a pensare che fossi io il problema.
Io sono una persona molto insicura e quindi mi sento molto in colpa.
Alla mia domanda diretta "ma io ti attraggo fisicamente" mi ha risposto di si (ed è vero che mi fa dei complimenti e mi dice che sono bella) e si è offeso, dicendo che se credo che ci siano problemi fra di noi, allora è meglio chiudere.
Io a lui tengo ma non so che fare, vorrei una relazione sessuale normale considerando che siamo due persone giovani che si conoscono da poco.
Non capisco quindi se é lui ad avere eventualmente dei problemi di natura sessuale, o se é colpa mia (non lo eccito, non ho delle buone prestazioni).
Grazie mille in anticipo.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

56% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
"Non capisco quindi se é lui ad avere eventualmente dei problemi di natura sessuale "

Gentile Utente,

Lei si pone delle buone domande, anche perché il miglior modo per evitare di affrontare un problema è proprio quello che mette in atto il Suo ragazzo.

Non sappiamo se sia per l'aspetto fisico (e trenta chili di sovrappeso non sono certo pochi) o per un problema in ambito sessuale, che potrebbe anche essere legato all'obesità, come ad esempio problemi di erezione.

D'altra parte, se davvero questo ragazzo, per quanto sia giovane, avesse anche un problema di erezione e se ne vergognasse, il modo migliore per cercare di uscirne bene è quello di voler avere rapporti sessuali, sebbene in questo modo chiaramente starebbe solo peggiorando il problema.

Come risolvere?
Aspetterei ancora di vedere come evolve la relazione tra voi due, ma tenga presente che dietro un comportamento del genere possono esserci molte ragioni.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente
Gentile dottoressa,

La ringrazio innanzitutto moltissimo per la sua cortese risposta. In effetti ho notato dei particolari che mi sono sembrati un po'strani, ad esempio la mattina è sempre molto frettoloso nell'alzarsi, come per mascherare quella che mi sembra sia un'assenza di erezioni mattutine (ripeto è però solo una mia impressione, di cui non ho prove certe anche perché come dicevo resta poco a letto e in più non posso certo porgli questa domanda). Certe volte mi chiedo anche se alcuni suoi atteggiamenti non siano un po' "forzati", come parlare appunto di donne (pornodive ecc.) o rimarcare quanto trovi bella ed attraente una certa attrice e cantante (che fisicamente ha un seno per esempio molto più prosperoso del mio, altra cosa che mi ha mette parecchio a disagio). In realtà credo che faccia parte del suo carattere (è un bravo ragazzo che mi tratta molto bene ma mi sembra essere il tipo di uomo che ha bisogno di rimarcare la sua mascolinità, certo potrei sbagliarmi).Giustamente io non sono un medico e non ho assolutamente le competenze necessarie per capire che tipo di problemi abbia e di che natura, ogni tanto mi capita di dirgli (anche se gli ripeto spesso che a me lui piace come è, che lo trovo bello, specialmente quando attraverso scherzi o piccole esternazioni fa qualche piccolo appunto sul suo fisico) che dovrebbe per esempio fare colazione e mangiare meno la sera, perché trovo che le sue abitudini sregolate lo facciano stare peggio (in generale, non solo per la sfera sessuale). Ho solo il timore che continuando con un atteggiamento cosi, prima o poi si arrivi a delle frizioni non risolvibili, visto che sembra ignorare la cosa. Onestamente il pensiero di doverci lasciare per questo tipo di problemi mi fa stare male, e mi fa sentire egoista. Ho però paura che con questo atteggiamento non troveremo mai lo spazio di dialogo necessario per risolvere questa cosa, e lasciarci diventerebbe dunque a quel punto l'unica opzione possibile. D'altronde la domanda riguardo una sua eventuale mancanza di attrazione fisica nei miei confronti io l' ho fatta, e non capisco perché un uomo giovane dovrebbe ridursi ad uscire con qualcuno che non lo attrae fisicamente. Va detto inoltre che disgraziatamente io ho vari problemi (soffro di un disturbo alimentare -non è né anoressia né bulimia- che sto cercando di curare, ed in generale non mi stimo molto), ed ho paura di avere reazioni affrettate a causa della mia insicurezza generalizzata (oltre che magari interpretare anche male delle battute o frasi innocue).

Grazie mille ancora.

[#3]  
Dr. Domenico Trotta

20% attività
20% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2019
Gli elementi in questione sono pochi e nello stesso tempo molti.
Pochi perché c’é bisogno di più dati e di un approfondimento diagnostico per comprendere lo scarso desiderio e la scarsa disponibilità al sesso con lei del suo compagno.
Molti perché é evidente l’evitamento sessuale nei suoi riguardi dell’uomo. Non ha rapporti sessuali con una donna conosciuta da poco (figuriamoci tra qualche anno), preferisce vedere un film e al mattino scappa subito fuori dal letto. Poco importano le battute su altre e procraci donne (vuole forse dire che sono quelle le donne che gli interessano e non lei? E se si, perché? Non penso di certo sia colpa di lei, sua compagna), poco o meglio niente importa il suo sovrappeso. Un consiglio: se lei è interessata solo ad una relazione affettiva (no sex) resti con questo uomo . Se vuole anche una vita sessuale e se vuole aiutare questo uomo ad affrontare il suo (di lui) evidente problema ed uscirne fuori lo confronti. Con gentilezza, sapere fare, senza urgenza e/o pressione. Ma soprattutto senza rimandare. Utilissimo a riguardo, e senza dubbio, un aiuto professionale.
Tenga presente che il problema (sessuale) non é lei!

Dr DOMENICO TROTTA
Sessuologo Clinico
Psicoterapeuta in Sessuologia
Fellow of The European Society Of Sexual Medicine (ESSM)
Dr Domenico Trotta
Perfezionato in Sessuologia Clinica. Specialista in Andrologia, ESSM - European Society of Sexual Medicine, Psicoterapeuta in Ses