Utente
Buonasera a tutti, avevo scritto su questo sito nel lontano 2013 con problemi di non trovare una ragazza.

Di anni ne sono passati e anche di storie, e adesso mi ritrovo a chiedervi un consulto.

NON FACCIO PIÙ SESSO con la mia ragazza, e lo scrivo a caratteri maiuscoli perché sono ormai 2 mesi che non facciamo sesso.

Io 34 lei 29 è scomparso il desiderio sessuale, non riesco ad eccitarmi e mi masturbo anche 3-4 volte a settimane per tenere a bada i miei impulsi.
Conviviamo da 2 anni ormai, è una ragazza straniera, trasferitasi per me che ormai causa covid ha perso il lavoro, ma non lavora molto nemmeno prima, da un anno zero lavoro, ed io pago tutto per lei e per il suo cane, lei purtroppo non ha un euro e questo mi preoccupa molto e non mi fa molto piacere, nemmeno a lei, e mi condiziona molto.

Litighiamo ogni giorno per qualsiasi cosa e sta diventando impossibile.

Nel passato mi è capitato di non avere più voglia di fare sesso con altre ragazze ma lo valutavo come il momento che dovevo lasciarle.

Io a lei ci tengo e la amo, ma senza sesso è impossibile e mi sembra di diventare asessuato, ma ho paura e sono sicuro, che se un altra donna ci provasse con me io penso che cederei.

Lei vorrebbe anche fare una terapia di coppia ma finché non trova lavoro non posso pagare anche quello.

Da quanto stiamo insieme ho perso anche la mia forma fisica, non riesco a dedicarmi a me, perché nei primi mesi della nostra convivenza mi ha oppresso per i miei hobby, amicizie e gelosie su ex infondate, cose che mi hanno completamente fatto passare voglia di lei, dove tra l’altro non pulisce mai in casa, molto disordinata e cucina con un sacco di burro e litighiamo anche per questo.

Cosa mi consigliate di fare?
Perché la situazione è grave, io voglio avere una famiglia ma con queste condizioni non è possibile.

Lei ripete sempre di tornare al suo paese e anche questo mi da molta insicurezza sulla relazione.

Ma il problema del sesso è veramente gravoso e non so piu cosa fare.

Grazie

[#1]  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

dalla Sua narrazione emergerebbe che la caduta del desiderio sessuale verso la Sua ragazza sia solo una delle numerose difficolta tra Voi, tra le quali rilevo:
- liti quotidiane
- risentimenti di carattere economico
- oppressione a causa dei Suoi hobbies
- gelosie infondate
- sporcizia e disordine in casa
- ricatto affettivo? ("..tornare al suo paese"..)
- masturbazione sostitutiva della sessualità di coppia
- ...
La Sua affermazione dunque:
"..io voglio avere una famiglia ma con queste condizioni non è possibile..."
va riferita a numerosi ambiti di conflitto o di distanza.

Torniamo alla sessualità.
Non è possibile sganciare la sessualità e il desiderio sessuale da tutto il resto, quando esso diventa così ingombrante,
come potrà approfondire qui:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/4909-desiderio-sessuale-maschile-assente-o-scarso-perche.html .

Se poi la scomparsa del desiderio sessuale è - come Lei ci segnala - un copione che si ripete al termine delle Sue storie,
ciò rappresenta un motivo in più per una terapia di coppia, pur tenendo conto che essa non fa miracoli ove le distanze tra le due persone
- di interessi, valori, progettualità, ... ,
siano rilevanti o riguardino numerosi ambiti.
Se lo caldeggia anche la ragazza, un motivo in più perchè lei cerchi con convinzione e spirito di adattamento un lavoro o lavoretto.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/