Mio figlio

Salve, se qualcuno mi può aiutare vorrei capire cosa si nasconde dietro il comportamento di mio figlio di quasi 9 anni.
Nel 2006, abbiamo lasciato la Svizzera per rientrare in paese, lasciando lì un'altro figlio maggiorenne. Il primo anno, il piccolino si è bene integrato con tutti. Il secondo anno bene pure anche se a volte a scuola si comportava male nel senso che faceva di tutto per richiedere attenzioni. Quest'anno invece praticamente sfida la maestra, si alza, disturba gli altri, non fa tutti i compiti etc...Note sui quaderni, richiami,etc... Adesso, oltre al comportamento inizia pure ad avere note più basse. E vero che siamo rientrati in patria per la salute del nonno e che purtroppo non sta meglio, anzi.
In casa, invece, ascolta e si comporta bene. E` un bambino che non chiede mai niente, ne di giochi, ne di abiti etc . Gioca al videogioco con il papà, oppure con il computer, oppure guarda la tv. Guarda piuttosto le trasmissioni che gli insegnano qualcosa.
All'inizio di quest'anno abbiamo pensato se tornare in Svizzera ma non è possibile, forse questo lo fa star male ? La salute del nonno ? In classe viene guardato come un bambino diverso perchè lui si cambia, si profuma. Ora non vuole più profumarsi perchè gli altri bambini lo chiamano puzzola. Ha il viso tondo e quando ha i capelli corti, lo chiamano ciccio bomba.
Tutte queste cosa fanno si che si comporta male ed ha un malessere interiore. Vorrei capire come aiutarlo perchè è un bambino intelligente con grandi possibilità ed è peccato che si rovini.
Fa promesse che non si comporterà più male, durano un giorno o due e poi rincomincia.
cosa fare ?
grazie per il vostro aiuto
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 225 108
Gentile signora, i bambini di quell'età rispecchiano quasi sempre il malessere di qualcosa che gli sta intorno. Famiglia, ambiente. Inoltre la stessa famiglia, con lo scopo positivo di aggiustare le cose, spesso, fa esattamente ciò che non dovrebe fare proponendo delle tentate soluzioni (in buona fede) che peggiorano il problema.
Una consulenza presso uno psicotereapeuta famigliare sarebbe l'intervento più opportuno, oppure uno psicologo dell'età evolutiva. Tuttavia gli interventi sull'intera famiglia, in questi casi, sono tra i più efficaci.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Dr.ssa Sara Daniela Elettra Pezzola Psicologo, Psicoterapeuta 61 1
Gentile utente,
il comportamento di suo figlio come giustamente notava rispecchia un malessere interiore. Il fatto che si comporti in questo modo a scuola e non a casa non è insolito, può darsi che la scuola sia il posto in cui può meglio esprimere il suo malessere senza paura di essere meno amato.Capita che i bambini, a volte anche gli adulti, esprimano sentimenti di rabbia o frustrazione all'esterno perchè all'interno della famiglia temono in qualche modo di danneggiare i rapporti più cari.
Capisco che lei si sente preoccupata, forse in qulache modo si sente responsabile di questo comportamento tanto da chiedersi se possa essere l'ipotizzare di tornare in Svizzera o la salute del nonno la causa del malessere oppure il fatto, non trascurabile, che non pare avere dei rapporti buoni con i compagni di classe; ma la ragione potrebbe anche semplicemente essere che i cambiamenti intercorsi nell'assetto familiare, il trasferimento, e gli altri cambiementi nello stile di vita della famiglia siano stati troppo stressanti per lui, e non si sia ancora ben adattato a tutti questi cambiamenti. Le ragioni possono essere innumerevoli, e procedere per tentativi cercando di rimuovere la causa della sofferenza rischia solo di complicare il disagio. Rivolgersi ad uno specialista dell'infanzia nella vostra zona sarebbe la soluzione ideale sarà lui eventualmente a consigliarvi una terapia familiare.

Dr.ssa Sara Daniela Elettra Pezzola
Ordine psicologi Lombardia n° 10817

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa