Psicologa sparita da due mesi

Egregi Dottori,
Vorrei chiedervi un consiglio o parere su una situazione stranissima che mi fa stare malissimo.
A metà luglio ho avuto l’ultima seduta con la mia psicologa prima della pausa estiva.
Premetto che è la mia prima volta in terapia e che per quei 9 mesi insieme io con lei mi sono trovata accolta e capita.
Durante quella seduta le ho chiesto di prendere appuntamento a settembre ma essendo in ritardo mi ha chiesto di sentirci tramite whatsapp, e mi ha rassicurata di poterla chiamare per emergenze (fortunatamente, non ce n’è stato bisogno).
Qualche giorno dopo le invio in chat il saldo di un pagamento in sospeso e le chiedo contestualmente appuntamento, non ha mai risposto.
Lunedì scorso le invio un altro messaggio per chiederle se fosse possibile riprendere la terapia ai primi ottobre, non ha risposto.
So che lei è molto impegnata tra insegnamento, terapia e famiglia Ma io mi sento malissimo da mesi, penso sempre che non gliene importi di me, mi sento abbandonata, e da un punto di vista meno sentimentale che non trovo professionalmente corretto il fatto che non si prenda neanche la briga di rispondere ai messaggi per dirmi che è piena.
Allo stesso tempo mi manca la terapia, e non saprei se con qualcun altro potrei trovarmi in sintonia come era con lei, o avere la forza di aprire di nuovo il mio vaso di Pandora.
Sono spaccata a metà: non so se non cercarla più o se superare l’orgoglio e provare direttamente a telefonarle.
In più mercoledì ho il mio ultimo esame e ho un’ansia allucinante, arrivati alla sera quando provo a dormire penso a lei, a quanto poteva essermi d’aiuto parlarle per ora, e questa cosa mi triggera ancora di più.
Non so che fare, magari potreste fornirmi diverse chiavi di lettura a questa situazione?
[#1]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 2,2k 125
Gentile utente,
la "sparizione" di uno psicologo in genere consegue a ragioni gravissime (lutti o malattie), oppure semplicemente è frutto di una comunicazione imperfetta.
Due messaggi WhatsApp possono non essere una comunicazione sufficiente: a volte è indispensabile una chiamata telefonica, nelle ore in cui la dottoressa è disponibile: certe spiegazioni non si possono dare per messaggio.
Provi a chiamarla dopo il suo esame (in bocca al lupo).
Se crede, ci tenga al corrente.

Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottoressa Potenza, la ringrazio per la sua risposta e prenderò il suo consiglio: chiamerò appena possibile la mia dottoressa, alla quale spero che non sia successo nulla di grave, naturalmente. Per quanto concerne la messaggistica, probabilmente ha ragione Lei, ma è anche vero che era stata lei stessa a dirmi di contattarla su quei canali. Vi aggiornerò senza altro.
[#3]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 2,2k 125
Lieta di esserle stata utile, gentile utente.

Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it


Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test