Utente
Buonasera, avrei necessità di fare una risonanza magnetica in zona pelvi, nel 1994 mi hanno curato un varicocele con sclerotizzazione a mezzo di spirale di gianturco, ho richiesto cartella clinica ma non viene specificato nulla a riguardo.
Sapete cortesemente indicarmi come poter sapere se compatibile o meno?
Cosa potrebbe succedere in caso la facessi?
Grazie

[#1]  
Dr. Casimiro Simonetti

32% attività
16% attualità
12% socialità
OLBIA (SS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
Buongiorno, parliamo purtroppo di una procedura effettuata in tempi antecedenti al 2000, che segna, almeno orientativamente, il confine con la obbligatorietà di impiego di materiale RM-compatibile sia in chirurgia che in interventistica.
Ciò che le posso dire é che una spirale di Gianturco impiantata 26 anni fa ha ben poche possibilità di essere causa di problemi a seguito di indagine RM, dubito possa essere attratta/deflessa in modo rilevante, al più potrebbe essere causa di artefatti nelle immagini.
Tuttavia, in assenza di documentazione sul tipo di spirale, non è possibile escludere in modo assoluto la non-compatibilità del presidio.
Potrebbe cercare un compromesso evitando di utilizzare apparecchiature ad alto campo magnetico, ma questo creerebbe un problema di qualità ed attendibilità delle immagini ottenibili, in particolare non è assolutamente ipotizzabile ad esempio eseguire una indagine multiparametrica prostatica con una apparecchiatura a basso o medio campo Magnetico...dovrebbe tentare di ottenere le informazioni sulla spirale in questione, magari consultando il Collega che ha eseguito la procedura o qualcuno del suo gruppo.
Dr. Casimiro Simonetti
http://www.villastuart.it/i-nostri-medici/dottor-casimiro-simonetti?rq=simonetti