Utente 836XXX
Buonasera,
a seguito di dolori al petto e vertigini, ho fatto due distinte radiografie. Una al torace e una alla colonna cervicale.
I risultati sono questi:
Modico rinforzo del disegno broncovascolare
ili non deformati
seni costofrenici basali liberi
ocv nei limiti radiologici
verticalizzazione della fisiologica lordosi cervicale
modicamente ridotto lo spazio intersomatico tra C/5-C/6

Cosa significano in parole povere?
Grazie in anticipo per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Michele Moretti

32% attività
4% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
In termini letterali la sua radiografia del torace è sostanzialmente normale; a livello cervicale si osserva una rettilineizzazione (verticalizzazione) della normale curvatura della colonna in quel tratto(fisiologica lordosi) e lieve riduzione dello spazio tra le vertebre cervicali (C5 e C6).
Capisco l'interesse per gli esami a cui si viene sottoposti ma è molto più importante che gli stessi esami siano portati in visione al medico che li ha prescritti; infatti con queste magre informazioni e senza tale riscontro lei è allo stesso punto di prima.
Il vero "significato" della radiografia emerge dalla correlazione con la sua storia clinica ed altri elementi che emergeranno dalla visita.
Saluti.
Dr. Michele Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione

[#2] dopo  
Utente 836XXX

La ringrazio tantissimo della sua risposta.
Quando l'ho posta è stata fatta per l'impossibilità di interloquire con il mio medico curante.
La domanda era semplicemente per capire se le vertigini potessero essere il risultato di questa verticalizzazione e riduzione dello spazio vertebrale?!

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Michele Moretti

32% attività
4% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
La correlazione tra vertigine e disordine cervicale non è così diretta, la invito a consultare il seguente approfondimento:

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=47984

Ciò non tglie che lei abbia un disturbo fastidioso che desidera curare, a tal fine potrebbe esserle utile un parere otorinolaringoiatrico oppure audiologico/foniatrico.
Saluti.
Dr. Michele Moretti
Specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione