Utente
Salve Dottori,
vi espongo l'esito della TC alla quale si è sottoposta mia madre di 60 anni forte fumatrice con pregresso K alla mammella (un decennio fa), e con osteoporosi severa.


Protesi mammaria sinistra in esiti di mastectomia radicale.

Iperdensità biapicali di aspetto fibrotico (Sn>Dx), come per esiti.

Non si apprezzano lesioni focali del parenchima polmonare, nè versamento pleuro-pericardico.

Alcuni linfonodi mediastinici pre e sub carenali compresi entro il centimetro.

Ipodensità parenchimale epatica di aspetto cistico (mm 32) in S4.

Grossolano bilaterale incremento volumetrico dei surreni di verosimile significato adenomatoso (Dx: mm 30x19; Sx: mm 50x24), meritevole di inquadramento clinico e approfondimento diagnositco.

Marcata alterazione strutturale di tipo misto a carico di tutti i metameri esaminabili nello studio, dello sterno e di numerosi archi costali soprattutto di destra, alcuni dei quali con evidenti soluzioni di continuo dei profili corticali: reperti suggestivi per localizzazioni secondarie che necessitano di approfondimento diagnostico (scintigrafia ossea; PET-TC).


Sono molto preoccupato anche perché mia madre fuma continuamente e mostra sempre dolori alla schiena e alle ossa, cosa illustra questa TC, una ripresa del tumore che precedentemente aveva sconfitto?

Grazie in anticipo, cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Vittorio Scipione

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
Caro Amico,
vorrei soffermarmi su parte di questo referto,là dove recita:
.....Marcata alterazione strutturale di tipo misto a carico di tutti i metameri esaminabili nello studio, dello sterno e di numerosi archi costali soprattutto di destra, alcuni dei quali con evidenti soluzioni di continuo dei profili corticali: reperti suggestivi per localizzazioni secondarie che necessitano di approfondimento diagnostico (scintigrafia ossea; PET-TC).....
I termini utilizzati dal Collega nel descrivere le "alterazioni..." che compaiono ai corpi vertebrali,sterno e archi costali di rilievo a destra sono "sospette per lesioni metastatiche a distanza ovvero si localizzano in altre sedi anatomiche,in questo caso sono strutture ossee e possono dipendere "per ipotesi" quindi la certezza non è assoluta,dal tumore della mammella precedentemente asportato.
Il dato descritto rappresenta tuttavia "ancora un sospetto" e
per accertare se è reale o è da escludersi è necessario
procedere all'approfondimento diagnostico-strumentale consigliato,di cui dobbiamo attendere gli esiti.
Nell'attesa contatti uno Specialista Oncologo per una valutazione del caso.

Arrivederci
Dr.Vittorio Scipione

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio infinitamente per la celere risposta, deduco dalla sua risposta che non è ancora certo al 100% che si tratti di metastasi, o sbaglio?
Domando perché nella Tc non risulta individuato ciò che causa queste possibili metastasi. La ringrazio ancora.
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Vittorio Scipione

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2016
Caro Amico e' importante sapere se sono metastasi e dalla descrizione il sospetto e' forte,e' importante sapere quale e' la patologia da cui le stesse se tali sono partono e anche in questo caso il sospetto le puo' correlare al tumore mammario gia' asportato.
E' necessario approfondire il problema eseguendo gli esami richiesti.

Arrivederci
Dr.Vittorio Scipione