Utente 118XXX
Gentili dottori,
mia figlia di otto anni accusa, da un po' di tempo, dolori muscolari e, a volte, dice che il cuore le batte in modo strano; la pediatra sostiene che questi dolori sono di natura psicosomatica perchè io ho avuto una grave patologia. Spesso le si gonfiano le ghiandole del collo e ultimamente della testa, la pediatra sostiene che le si sono sensibilizzate a causa della mononucleosi che ha avuto all'età di 4 anni. Alcuni mesi fa ha cominciato a lamentarsi per un dolore alla falange dell'indice, anche qui si pensò a dolori di natura psicosomatica, ma ora l'articolazione è gonfia e dolente, dall'ecografia risulta presenza di liquido; abbiamo provato con pomate varie, cerotti e laser terapia, ma nulla.Ora ha fatto le analisi:ves 11, proteina c reattiva positivo++, reuma test positivo+, reazione vaaler-rose positivo+, tit antistreptolisinico 800,tampone faringeo positivo (staffilococco aureus). Leucociti:gb 11,38- lin 24,00- n/gr 70,1- n/gr# 8,0. Poichè abbiamo fatto queste analisi in un laboratorio privato, la pediatra ci ha chiesto di ripeterle in ospedale, ora siamo in attesa di risposte. Da 15 giorni circa la bambina soffre di un forte prurito alla testa e non se ne conosce la causa. Mi domando, però, se i dolori che la bambina lamenta, visto il risultato delle prime analisi, siano realmente di natura psicosomatica o se siano sintomo di una patologia in corso.Cosa devo fare?
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Concordo con le indicazioni della collega pediatra in merito alla ripetizione degli esami presso un ospedale pubblico. Se queste dovessero risultare nuovamente positive sarà opportuno un consulto specialistico reumatologico per escludere l'eventualità di un artrite idiopatica giovanile. Cordiali saluti.

Mauro Granata
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 118XXX

Scusi il ritardo con il quale le rispondo, è stato solo un probema di linea. Abbiamo ripetuto le analisi in ospedale e in effetti sono negative. la bambina però continua ad accusare forte prurito alla testa, e la falange dell'indice è ancora gonfia e dolente. Anche noi siamo giunti alla conclusione di dover consultare uno specialista, considerando anche che nella mia famiglia ci sono casi di artrite reumatoide, diagnosticata peraltro molto tardi proprio perchè gli esami, ripetuti più volte, hanno dato esito negativo per anni.Che cosa è esattamente l'artrite idiopatica giovanile? C'è la possibilità che questa sia presente, pur essendo le analisi negative? Eventualmente a quali sintomi dovrei prestare attenzione? Ho paura di trascurarne alcuni che in realtà potrebbero essere significativi. La ringrazio per la disponibilità

[#3] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'Artrite Reumatoide Giovanile, oggi definita Artrite Idiopatica Giovanile, è la forma più comune tra i reumatismi infiammatori dell'infanzia. Se ne possono distinguere tre forme che, in relazione alle caratteristiche cliniche, sono rappresentate dalla forma oligoarticolare, da quella poliarticolare e da quella sistemica. La diagnosi si basa sulle caratteristiche dell'infiammazione articolare e sulla eventuale coesistenza di sintomi sistemici quali febbre, eruzione cutanea, linfoadenopatia, etc. La diagnosi precoce è essenziale per il successo terapeutico e il trattamento è affidato allo specialista reumatologo. Cordiali saluti.

Mauro Granata
Mauro Granata

[#4] dopo  
Utente 118XXX

Gentile dottore,
la ringrazio per la tempestività della risposta.
Avrei un'ultima domanda:mia figlia ha spesso le ghiandole del collo e ultimamante anche quelle della nuca, gonfie; questa può essere considerata una linfoadenopatia?
Cordiali saluti