Utente 297XXX
Salve,
sono qui da parte di una mia carissima amica dell'età di 16 anni che in età di 8 anni si è ricoverata il 30/03/99 all'"Istituto Ortopedico Gaetani Pini" di Milano a cui è stata posta la diagnosi di Lupus Eritematoso Sistemico. Lei era ignara di tale malattia prima di allora, infatti le cause di tale ricovero sono state le seguenti: nel 08/98 la comparsa di tenosivite del polso sinistro in assenza di precedenti cause traumatiche o infettive. Nessun episodio febbrile. Nel 11/98 tumefazione del ginocchio sinistro in seguito a caduta accidentale.
In tale occasione e su indicazione dello specialista ortopedico che esprimeva il sospetto di una patologia reumatica, venivano eseguiti alcuni esami di laboratorio che evidenziavano un aumento degli indici d'infiammazione, un'anemia macrocitica e una piastrinosi.
HLA: A1, A28, B63, B65, Bw4, Bw6, Cw7, Cw8, DR7, DR14, DR52, DQ1, DQ2.
Un ecocardiogramma eseguito nello stesso periodo evidenziava un lieve versamento pericardico. L'esame radiologico delle mani e del bacino erano negativi. Veniva intrapresa terapia con: steroide (Deflan: 1 cp/die per un mese e successivo tapering fino a completa sospensione) e FANS (Aulin 1 o 2 cp al bisogno) senza beneficio.
Venne dimessa il 21/04/99 rimanendo in terapia, fino ad oggi con Deltacortene.
Da premettere che successivamente gli è stata diagnosticata, anche se in forma non grave, l'artrite reumatoide.

Adesso vi chiedo, in quest'ultimo periodo lei accusa dei dolori al petto nelle vicinanze del cuore, cosa può essere?

Nei prossimi giorni andrà ad effettuare una visita dal suo specialista. Però vorrei dei chiarimenti, vorrei sapere se queste due patologie posso complicargli la vità o peggio, e anche dal punto di vista di fertilità.

Sono preoccupato per la sua incolumità...

Vi Ringrazio anticipatamente.
Un Cordiale Saluto.

[#1] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Mi dispiace ma la SUA AMICA è minorenne e Lei è un suo AMICO, pertanto non può assolutamente avanzare richieste di consulenza per suo conto. Nè noi, conoscendo questi particolari, possiamo risponderLe.
Cordiali saluti.
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#2] dopo  
Utente 297XXX

Forse ha ragione, sarebbe stato più intelligente da parte mia non specificare l'età, o meglio dire che sono io che avevo questo problema.
Non mi sembra proprio che chiedere consulenze del tipo informativo possa in qualche modo gravare sulla privacy. Se hanno pubblicato questa richiesta credo che in fin dei conti non sia tanto assurdo farla avanzare. Credo che se avrebbe potuto andar a discapito della privacy di qualcuno l'avrebberò già censurata.

Cordiali Saluti.

Spero che qualcuno risponda ugualmente.

[#3] dopo  
30842

Cancellato nel 2012
Sono in accordo con il collega ma comprendo il Suo comportamento nel tentativo di aiutare un'amica.

Il consiglio che mi sento di darLe, in quanto mi e' sembrato di capire che la Sua amica si e' rivolta esclusivamente a specialisti ortopedici, e' di consigliare la sua amica di rivolgersi(fisicamente) anche ad uno specialista reumatologo(essendo tale patologia di pertinenza reumatologica).
A scopo informativo Le comunico che il trattamento farmacologico di tale patologia non si avvale solo di FANS e corticosteroidi ma anche di una terapia di fondo il cui scopo e' quello di 'bloccare' il processo autoimmunitario responsabile del quadro infiammatorio e quindi consentire il risparmio o la sospensione della terapia sintomatica che si avvale di antinfiammatori e cortisonici.

Cordiali Saluti

[#4] dopo  
Dr. Mauro Ranieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
TAGLIACOZZO (AQ)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
PENSO CHE ABBIA RAGIONE IL 2à REUMATOLOGO E CHE LA SUA AMICA SI METTA IN CURA DA UN BUON REUMATOLOGO CHE PRIMA FACCIA UNA DIAGNOSI CORRETTA (LUPUS O ARTRITE REUMATOIDE)ED INIZI UNA TERAPIA ADEGUATA
CORDIALI SALUTI
DR.MAURO RANIERI
mauro ranieri