Utente 779XXX
Buongiorno, da circa 5 anni soffro di attacchi acuti di Gotta, prima al piede destro per poi passare al piede sinistro. Tutto e' iniziato dal 2003 quando ero stato colpito da un attacco di panico. I primi esami del sangue risultavano sempre alterati in sole 2 voci: Acido urico a 9.0 e trigliceridi a 600. L'attacco di panico poi l'ho guarito in 2 anni assumendo Sereupin (non e' mai totalmente guarito, in quanto a distanza di anni ogni tanto mi capita di ricaderci, ma dura solo una notte e basta). Purtroppo per quanto riguarda Acido Urico e Trigliceridi non sono mai riuscito ad abbassare il livello. Dico subito che sono in trattamento con Zyloric 300 per cercare di abbassare l'Uricemia nel sangue e Colchicina per tenere sotto controllo gli attacchi acuti di Gotta (che nel corso degli anni si sono fatti piu' violenti e acuti, arrivando ad avere anche 3/4 volte all'anno, e durano per 1 mese circa). Per quanto riguarda i Trigliceridi e' inutile dire che sto seguendo da anni una ferrea dieta alimentare e faccio anche un po' di sport, eliminando alcuni alimenti a cui sono risultato intollerante (Latte, Burro, Formaggi, Caffe', The, Pollo, Cacao e ovviamente tutti i loro derivati). In famiglia nessuno soffre di questi disturbi a partire dai nonni quindi non credo che sia ereditaria. Secondo il mio medico di base potrebbe essere un fattore Enzimatico. Lascio i miei dati eta' 34, peso 82 kg x 175 cm. di altezza, ultimi esami medici a ieri valore del sangue alti sono Acido Urico a 8.7, Triglicerdi 400, Colesterolo 195, Colesterolo HDL 33. Per il resto gli alti valori sono nella norma. Aggiungo di aver fatto anche una RX ai piedi dove risulta che al piede destro c'e' un inizio di falangite all'articolazione del pollice e su tutti e 2 i piedi risultano depositi cristallini. QUindi la mia richiesta sarebbe dove potermi rivolgere per cercare di abbassare questi risultati, se e' meglio un Ematologo per i Trigliceridi oppure un Reumatologo per quanto riguarda la Gotta. Grazie un saluto.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Al di là delle varie specializzazioni ritengo che qualsiasi collega con un minimo di preparazione sia in grado di gestire la situazione. Torni pure dal suo reumatologo di fiducia che, eventualmente lo ritenesse necessario, le consiglierà un internista o un endocrinologo di sua fiducia. MG
Mauro Granata