Utente 265XXX
Gentile Dottore,
ho 21 anni e mi piacerebbe sapere cosa ne pensa circa i miei disturbi articolari.Pochi giorni prima del flusso mestruale,ma anche in occasione delle variazioni metereologiche (dal caldo alle pioggie per l'esattezza), si manifestano puntualmente dei fastidiosissimi dolori alle ginocchia con medesimi disturbi e anche gonfiore in alcuni punti delle mani.
Mi sono sottoposta quindi, su consiglio del mio reumatologo, ad alcuni accertamenti, specifici e non, dai quali non è emerso nulla di significativo tranne un valore elevato di anticorpo antitireoglobulina(172,0) ed una positività all'antigene hla b27.
Ora sono in attesa di altri risultati ormonali lh, cortisolo, estradiolo e simili in 7,14,21 giorni) e di alcune analisi particolari (anticorpi anti candida, anti mycoplasmi,reazione di Widal) che il medico mi ha suggerito per capire il nesso tra questi e l'antigene b27.
Sono in ansia, è sempre + difficile pervenire ad 1 corretta conclusione diagnostica, dal momento che l'antigene hla b27 è indicativo di numerosissime malattie, tra le quali anche rare. Cosa devo aspettarmi?
La ringrazio molto.

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Carlino

24% attività
0% attualità
0% socialità
MATINO (LE)
UGENTO (LE)
CASARANO (LE)
GALLIPOLI (LE)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Questo antigene si è creata una brutta nomea in quanto si riscontra frequentemente nei pz affetti di spondilite. Ma la sua positività oggi non rappresenta un criterio accettabile per la diagnosi in quanto si è visto che esistono solo particolari sottotipi che si associano alla malattia, e che, tra l'altro, si riscontra con una certa frequenza anche nei soggetti sani. Darei invece più importanza agli anticorpi antiTG, ricercando anche gli anticorpi antiperossidasi tiroidea, in relazione ai sintopmi che descriovi potrebbe trattarsi di una sindrome fibromialgica secondaria a tiroidite autoimmune.
Grazie per averci consultati.
G. Carlino
Dott. Giorgio Carlino
Specialista in Reumatologia

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Concordo con quanto detto dal collega. Tenga presente che nella nostra popolazione l'antigene HLA B27 è relativamente frequente, ma non significa che tutti coloro che risultano HLA B27 positivi siano ammalati di spondilite. Conta molto di più l'aspetto clinico...Nel suo caso i sintomi non si correlano ai criteri per la diagnosi di tale malattia e ribadisco gli stessi consigli esperessi dal collega contattato precedentemente.
G. Germanò
Giuseppe Germanò

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Poretti

24% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2001
Come giustamente riferito gia' dai Colleghi , nessuna valenza alla sola positivita' dell'hla b27.Dalla sintomatologia ed eta' del paziente entriamo nel campo di Reumatismi Minori , tipo tendinomiopatie e fibromialgie,da non correlare in prima istanza a questo esame citato.E' piu' utile approfondire la patologia tiroidea per vedere se esiste una patologia autoimmune(ma anche in questo campo non e' sufficiente da solo l'elevato titolo anticorpale).Credo e crediamo che il nostro Collega stia seguendo il suo percorso diagnostico che vuole il suo tempo poiche' se fosse facile centrare la diagnosi solo con gli esami sia ematochimici che strumentali ,non staremmo qui a scriverle.Comunque in bocca al lupo.(Crepi)
Saluti
Dr Giovanni Poretti
Specialista in Reumatologia
Via acclavio 123
74100 Taranto - Italia

[#4] dopo  
3903

Cancellato nel 2010
Sono pienamente concorde con il collega Dr. Germano e i altri colleghi, aggiungo che si cura la malattia e non il laboratorio (gli esami) che molte volte si trovano positivi in assenza di qualsiasi sintomo.
Comunque aspetterei gli altri esami e seguirei l’ andamento clinico.
Cordialmente Latinakis Dr. Ioannis