Utente 203XXX
Salve,
Per completezza della situzione metto il link di quello che ho postato 2 mesi fa nella sezione di Neurochirurgia per l'inizio dei miei sintomi:

https://www.medicitalia.it/consulti/Neurochirurgia/223222/Protrusione-discale-cervicale-ed-ernia-discale-lombare

Il neurochirurgo da cui sono stata mi ha rassicurato che la protrusione era fisiologica e non avrei dovuto curarla in alcun modo, e che l'ernia in realtà era stato improprio definirla ernia, era un errore da parte di chi ha scritto il referto, e che anche quella non poteva essere in alcun modo causa del mio dolore.

Abbadonata l'ipotesi di patologie discali ho iniziato, vincendo il dolore, a muovere il collo aiutata dal fisioterapista e poi da sola e a camminare per 5-6 chilometri al giorno a passo sostenuto, seguendo l'ipotesi che quello che dovevo fare era rafforzare la muscolatura, insieme ad esercizi leggeri di stretching. Camminando però ho iniziato a provare nuovi forti dolori nella parte alta della schiena che scendevano verso il braccio destro. Sono andata avanti così per circa un mese, senza miglioramenti, solo diciamo uno "spostamento" di giorno in giorno del dolore, fatta eccezione per qualche punto preciso: in alto ai lati della prima vertebra, in basso vicino alla scapola in particolar modo fortissimi a destra. E meno forti in basso alla schiena simmetrici in due punti precisi laterali. Fino a che non sono più riuscita a fare la mia camminata per il dolore vicino alla scapola. Ho poi anche iniziato ad avere una forte sensazione di "aghi" nella parte alta del collo e a sentire rumori nel ruotare la testa. Inoltre sento scricchiolii qualunque gesto faccio con braccia e schiena, cosa che per me non era per niente abituale.
Nel frattempo, consigliatimi sostanzialmente da tutti i medici da cui sono stata, ho assunto miorilassanti, prima Sirdalud e poi Valium, senza ottenere grandi risultati, forse inizialmente pareva, ma poi negli ultimi tempi sono riuscita a smettere il Valium senza ottenere peggioramenti nel dolore. Se la tensione dei muscoli, come mi ha detto il fisiatra, era quella che mi causava il dolore, perché i miorilassanti non hanno funzionato a combatterlo?
L'ortopedico, non ha riscontrato alcun problema da lastre, risonanza e nella visita, allora mi ha consigliato un chiropratico, che ha riscontrato zone da "sbloccare" e "sistemare", ho già fatto 4 manipolazioni e sono passate settimane, ma nessun miglioramento.
Scrivo qui per chiedere se è possibile che io abbia qualche tipo di malattia reumatica, nonostante non è stato riscontrato niente su lastre e risonanza. In ogni caso il mio medico di base mi ha prescritto tutti gli esami del sangue necessari che settimana prossima farò, ma dice che per molte di queste patologie sono giovane, non ho mai avuto traumi o particolari fattori di rischio, a parte lo stress. In ogni caso non so davvero più da chi andare... Fisiatra, ortopedico, osteopata, chiropratico mi hanno dato opinioni diverse, ma nessuno migliorato il dolore!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non credo che si possa aspettare risposte esaustive senza una visita.

Comunque poichè nessuno Le ha risposto in questa area provi a ripostare anche in area ORTOPEDIA.
Anche l'Ortopedico potrebbe rispondere alla sua domanda.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com