Utente cancellato
Salve, sono una ragazza di 22 anni e da circa cinque anni mi è stato diagnosticato il Fenomeno di Raynaud (primitivo). Inoltre da circa dieci anni soffro di tiroidite Linfocitaria e circa quattro anni fa mi è stata individuata un'anomalia nel sangue di cui non si riesce a scoprire l'origine e per questo motivo i medici presso i quali sono in cura non sono riusciti ad essere più chiari a riguardo e l'unica certezza è che sia strettamente collegata al sistema immunitario.
Le mie difese sono basse, tant'è che i miei anticorpi sono stati classificati come "anormali" poiché non svolgono il loro principale compito ma attaccano il mio organismo. Sono sempre stata esposta a qualsiasi forma di malattia virale e sin da bambina ho sofferto, ad esempio, di febbre molto alta, raggiungendo anche i 41° e sfogando in convulsioni febbrili.
Ho notato che da quando mi è stato diagnosticato il Fenomeno di Raynaud la mia temperatura corporea si è notevolmente abbassata e in uno status abituale in cui dovrei averla compresa tra i 35,5° e i 37°, ho invece una temperatura basale di 34°; mentre quando mi sento spossata e percepisco i sintomi dell'influenza, il termometro non sale oltre i 36,8° benché io mi senta come quando, da piccola, raggiungevo uno stato febbrile di 38°-39°.
Mi chiedevo se questa proprietà potesse dipendere dalle conseguenze della malattia autoimmune (e dunque dal corpo perennemente freddo, soprattutto mani e piedi)

Ringraziandovi anticipatamente per la vostra disponibilità, vi porgo i miei saluti

Rebecca.

[#1] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
I dati appaiono piuttosto aspecifici, potrebbe essere utile conoscere i risultati del suo pattern anticorpale e della capillaroscopia, per cercare di definire meglio la sua patologia.
Saluti
PFL
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -