Utente 598XXX
Tre anni fa ho avuto i primi sintomi di artrite, e mi è stata diagnosticata poliartrite cronica, con valori fattore reumatoide 90-100, VES e PCR alti. Per circa un anno mi è stato prescritto Plaquenil 200 (1 compressa ogni 2 gg) e Vioxx all'occorrenza (ne prendevo 3-4 al mese in tutto). Dopo un anno, i valori di VES e PCR erano rientrati quasi nella normalita, col fattore reumatoide sempre intorno a 90. Da circa 2 anni quindi prendo Plaquenil 200 quotidianamente e Celebrex (al posto del vioxx). Negli ultimi due mesi si sono intensificati gli attacchi e prendo ormai anche celebrex quotidianamente. Fatti gli esami, paradossalmente il fattore reumatoide è sceso a 60 e VES entro limite (30) e PCR inesistente. Sono in attesa di una ulteriore visita dal reumatologo, ma vorrei avere un parere generale se la diagnosi di poliartrite sia corretta o se siano necessari altri tipi di esame. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Con gli elementi a disposizione è impossibile in questo contesto anche solo azzardare una ipotesi diagnostica. Se tre anni fa avrebbe avuto forse senso definire i suoi disturbi come “Poliartrite indifferenziata in fase precoce” oggi, alla luce dell’evoluzione da lei descritta, è assolutamente necessario che lei venga rivalutato da un reumatologo questa volta in grado di definire la diagnosi e consigliare la opportuna terapia.
Mauro Granata