Utente 255XXX
Buonasera,vorrei un informazione a riguardo della sindrome di sjogren,sono una ragazza di 29 anni e da due anni ho la Tiroidite di Hashimoto, ho fatto tutti gli esami a fine novembre 2012 e l'unica positività è degli Ana. (Fattore reumatoide e Ena -NEGATIVI)
A fine dicembre mi sentivo stanca e perdevo parecchi capelli, abbiamo deciso di alzare il dosaggio dell'eutirox, da 100 e 125 a giorni alterni a 125x4giorni e 100x3giorni. Subito dopo sono iniziati i problemi, secchezza del palato e lieve diminuzione lacrimale, fastidio ai reni e al mattino faccia e mani gonfie. Ho effettuato esami del sangue,l'emocromo con formula è a posto, tranne una leggera diminuzione dei linfociti 18.6% e 1.00# ,la vitamina D è a 22 e la ferritina a 7, ma il valore più ambiguo è sul tsh che è a 7 nonostante l aumento del dosaggio.
La mia dottoressa,mi ha detto che potrebbe trattarsi della sindrome sjogren,possibile che sia arrivata cosi all'improvviso? e soprattutto può essere che invece tutto questo è causato dal livello basso di ferritina,tiroidite in corso,carenza di vitamina D e reni appesantiti dalla medicina?

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
un'ipotesi diagnostica necessita dei relativi opportuni accertamenti (funzione renale e proteinuria, test di lacrimazione, ecc).
Posso solo dirLe che la positività degli ANA non fa testo perché può anche essere inserita nel quadro della tiroidite.
Per quanto concerne il TSH, probabilmente non ha risentito di una variazione così modesta del dosaggio della tiroxina.
Saluti,