Utente 257XXX
Buonasera,sono una donna di 41 anni e soffro di lombalgia da più di un anno con localizzazione più all'inizio del sacro.Il dolore aumenta con la flessione o con i carichi e a riposo, tanto da svegliarmi durante la notte e risulta resistente a qualsiasi farmaco e terapia provati.Dalla RM e dalle Rx risulta un' iniziale artrosi di alcune faccette articolari vertebrali,di un'anca,oltre scoliosi,dismetria e rotazione del bacino(non eccessiva) e dalle Rx dinamiche una Retrolistesi di L5S1( modesta). Mi hanno consigliato una stabilizzazione chirurgica,ma avendo paura di sottopormi ad un intervento che non so se risolutivo,continuo a documentarmi per trovare una qualsiasi altra causa e mi sono imbattuta in questo sito.Ho da 2 mesi dolore anche alle anche,ad un ginocchio e al tallone all'appoggio.Spesso si associa anche sciatalgia bilaterale,prevalente a dx con parestesie al piede omolaterale.Soffrivo in precedenza di lombalgia che scompariva con il riposo, ma da 1anno si é innescato un meccanismo di non ritorno....presento anche stanchezza agli arti inf. che ho sempre imputato all'inattivitá dovuta al dolore.Un anno fa mi sottoposi anche a test di laboratorio: VES, Proteina C reattiva, Reumatest ....negativi.Secondo voi, potrebbe essere un problema reumatologico e quindi dovrei approfondire su questa strada?E quindi cosa fare?Oppure é proprio un mero problema meccanico degenerativo ed imputabile a questa retrolistesi?Sono confusa e disperata...soffro tanto!Grazie anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Il quadro così riferito sembra realisticamente imputabile ad una condizione degenerativa di osteoartrosi della colonna complicata dalla retrolistesi descritta. Considerando però la sua giovane età e la persistenza della sintomatologia non vedrei nulla di strano a sottoporre il problema ad un collega reumatologo. Prenoti quindi una visita da uno specialista ambulatoriale in grado di confermare quanto da me ipotizzato in questa sede. Cordiali saluti.
Mauro Granata