Utente 633XXX
dopo 3 anni di prognosi incerte, ed eseguito 2 artroscopie, di cui la 1° per un lavaggio cartilagene, la 2° per una biopsia dove fra le diverse voci si riscontrava una Tenosinovite Aspecifica Acuta eseguita il 24 Dicembre 2005 il 9 giugno mi sono sottoposta ad una Nuova Artroscopia per continuo versamento articolare, e dopo esami per escludere monoArtrite giovanile, si è provato con terapie cortisoniche, cosi subito poi Acido Jaluronico, con nessun segno di miglioramento, se non un evidente versamento articolara e ipertrofia Sinoviale evidenziata anche dalla risonanza magnetica eseguita mesi prima. Quindi dopo ennesima visita ortopedica, si consiglia sinoviectomia per ipertrofia Sinoviale, procedendo ad una Biopsia per Esito Oncologico e Batteriologico. il 2 luglio l'esito conferma l'etranietà a vista del medico che mi ha praticato la Sinoviectomia, con Diagnosi: TENOSINOVITE CRONICA A FOCALE IMPRONTA GRANULOMATOSA CON SEGNI DI MARCATA IPERFLASIA VILLOSA. Il quadro morfologico tende ad escludere una ipotesi diagnostica di SINOVITE PIGMETATA VILLONODULARE. Avrei Bisogno di informazioni di Centri o terapie idonee al mio Problema, il quale il mio Ortopedico si stà già interessando contattado cedo centri e Patologi più esperti, per evidenziare se altre casistiche come la mia, quindi poter intervenire con terapie idonee. Se mi potete AIUTARE in qualche modo, vi ringrazio già da ora, altrimenti Buone Ferie un Sorriso Katia

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Occorre conoscere bene la sua storia clinica ci descriva i sintomi precisamente. quando sono iniziati, come si manifestano, dove, quanto durano oppure se sono continuativi. Che esami di laboratorio ha fatto, ecc.
certamente il suo problema deve essere valutato anche dal reumatologo.

Giuseppe Germanò

[#2] dopo  
Utente 633XXX

buon giorno Dr G. Germanò
LE MANDO LA DOCUMENTAZIONE IN QUALCHE MODO DETTAGLIATA DA ME:

SABATO 12 MARZO 2005
DOPO AVERCI CAMMINATO SOPRA UN MESE ED ERA GIA GONFIO, NON DANDONE IMPORTANZA, “VISTO IN PASSATO CIRCA 8 ANNI PRIMA MI SI ERA GONFIATO MA CON DUE TRE GIORNI DI GHIACCIO ERA SPARITO”, LA MATTINA MI SONO SVEGLIATA COL GINOCCHIO PIENO DI LIQUIDO AL PUNTO TALE CHE NON POTEVO MINIMAMENTE PIEGARE LA GAMBA, RIVOLTA AD UN FISIOTERAPISTA MI HA ESEGUITO UN ARTROCENTESI LA 1° (SE PUR BUCANDOMI 2/3 VOLTE CON UNA SEMPLICE SIRINGA “SIERO CHIARO) INIETTATO UN ANTINFIAMMATORIO, CAPSULE ALGIX PER 5 GIORNI, E MI HA FATTO CAMMINARA IMMEDIATAMENTE COME SE NULLA FOSSE ACCADUTO.
(AGGIUNGO ULTIMAMENTE MI è STATO FATTO NOTARE CHE IN FEBBRAIO, PRERCEDENTEMENTE AL GONFIORE, HO AVUTO LA FEBBRE ALTA E TRACHEITE CURATA CON ANTIBIOTICI E OKI.)
SABATO 19 MARZO
ALL’IMPROVVISO RIGONFIATO PRONTO SOCCORSO “OSPEDALE CIVILI DI BRESCIA”
2° ARTROCENTESI 20CC SIERO CHIARO, BENDA ELASTICA E RIPOSO. NOTARE CHE IL MIO GINOCCHIO NELLA BENDA SI ERA IMMEDIATAMENTE RIGONFIATO, E QUINDI….
ANTIBIOTICI X INFEZZIONE VECLAM RM 500mg x 5 giorni
ANTIINFIAMM AULIN x 5 giorni
INIEZIONI PANCIA FLUXUM 0,4 ml n°6

LUNEDI 21 MARZO PRONTO SOCCORSO “GAVAZZENI”
TOLTA BENDA, NON ESEGUITA ARTROCENTESI PER SOSPETTA FRATT. MENISCO
MARTEDI 22 SU RICHIESTA RISONANZA MAGNETICA ( CON LIQUIDO PRESENTE)
MEROLED 23 ( NERVO SCIATICO INFIAMMATO)
DATO PUNTURE INTRAMUSC. DICLOFENAC EG 75 mg/3ml n° 2 CONF. DA 5 2al Dì

MARTEDI 29 RITIRO ESITO RISONANZA + CONTROLLO ORTOPEDICO
NON RISCONTRATE FRATTURE MENISCO
QUINDI 3° ARTR20CC SIERO Più SCURO
PROGNOSI GHIACCIO + CICLO DI 10 IONOFORESI

GIOVEDI 31 OSPEDALE MONTICHIARI
4° ARTROCENTESI 20CC SIERO Più SCURO, “ LISTA ARTROSCOPIA”
INIETTATO ANTINFIAMMATORIO, RIPETUTO DOPO UNA

MERC GIOV 27-28 APRILE DAY OSPITAL OSPEDALE MONTICHIARI
ARTROSCOPIA DIAGNOSI:
CARTILAGENE SOFFERENTE “LAVAGGIO” , NIENTE PIU’ SPORT / NEANCHE CAMMINATE
Dato PUNTURE CLEXANE 4000 u.i. mg n° 6
BUSTINE CONDRAL 800 mg n° 20 CICLI 3 VOLTE L’ANNO X CARTILAGENE

LUNEI 23 MAGGIO
OSPEDALE VISITA DOT, CAMMINATO SOPRA COME PRESCRITTO,COSI RIFORMATO
ESEGUITA 5° ARTROCENTESI 20CC Più INFILTRAZIONE ANTINFIAMMATORIO
LISTA PROGAMMA INFILTRAZIONI ACIDO JOLUNORICO

NEL FRATTEMPO VISTA DA DUE MASSOTERAPISTI, ENTRAMBI CONSIGLIATO GHIACCIO E USO DELL’ELETTROSTIMOLATORE VISTO LA PERDITA SE NON PUR ECCESSIVA DELLA MUSCOLATURA QUADRICIPIDE.
L’ELETTROSTIMOLATORE NON USATO PER SENSAZIONE DI PEGGIORAMENTO DEL MALE, MA SVOLGEVO 3 VOLTE LA SETTIMANA LA PISCINA, SENZA NOTARE MAI UN MIGLIORAMENTO, ANZI…
SEMPRE ESEGUITO OLTRE AL GHIACCIO, ANCHE IMPACCHI DI ARGILLA.

INFILTRAZIONI ACIDO JOLUNORICO ciclo n° 5
MEROLED 7 GIUGNO 1° INFILTRAZIONI ACIDO JOLUNORICO
MEROLED 14 2° INFILTRAZIONE
SABATO 17 MALE GONFIO FORMATO SIERO
LUNEDI 19 ESEGUITA 6° ARTROCENTESI 25 CC SIERO SCURO, Più INIEZZIONE ½ ANTINFIAMMATORI, ED ESEGUITO COMUNQUE 3° INFILTRAZIONE ACIDO JALURONICO

GIOV 23 MALE FORTE, ANTINFIAM INDOXEN 50

VENERDI 01 LUGLIO 4° INFILTRAZIONE
MARTEDI 12 LUGLIO 5° INFILTRAZIONE
GIOVEDI 14 INGROSSATO ANTINFIAM INDOXEN 50
LUNEDI 18 FORMATO SIERO, NON ESEGUITO ARTROCENTESI, BUSTINE X ARTROSI DONA
5 GIORNI SI 4 NO, IL GINOCCHIO SI GONFIAVA Più O MENO DEL SOLITO, COSI I DOLORI.

FINE SETTEMBRE VISITA OSPEDALE GAVAZZENI LISTA X ARTROSCOPIA E BIOPSIA

“NEL FRATTEMPO FATTI DI NUOVO ALTRI ESAMI SANGUE SPECIFICI…, NELLA NORMA”

24 DICEMBRE 2005 2° ARTROSCOPIA più BIOPSIA
dopo sala operatoria, Dr detto:
che ginocchio nonostante tutto è bello, menisco legamenti, l’unica cosa che in un punto, sulla parte laterale destra c’è un buco, manca la cartilagine, ma non pensa che sia quella la Causa, ma nel ginocchio c’è questa membrana che riempie tutta l’articolazione.
27-12-2007 REFERTO BIOPSIA:
TENOSINOVITE ASPECIFICA CARATTERIZZATA DA IPERPLASIA VILLARE DEL RIVESTIMENTO SINOVIALE, FLOGOSI CRONICA LINFOPLASMACELLULARE, EDEMA, FIBBROSI, PROLIFERAZIONE DI PICCOLI VASI E FOCALE PRESENZA DI MATERIALE SIMIL-FIBRINA.

dopo non più presentata ginocchio sempre gonfio, visto fatto diverse cure e visite alternative come; cura alimentaz e prodotti naturale> non servito
osteopati> non servito
posturologo> detto vista non servito
l’unico beneficio sedute riflessuologia Plantare, gia eseguite precedentemente, poi 2 sedute a settimana fino a fine anno 2006
poi 1 volta a settimana fino fine Marzo 2007 poi basta> non servito se non per tenere sotto controllo l’infiammazione, quindi potevo almeno starci sopra per lavorare o camminare.


13 OTTOBRE 2007 GONFIATO GINOCCHIO
IL 27 OTTOBRE, MALE AD ENTRAMBE, SOPRATTUTTO DI NOTTE PER CIRCA 10 GIORNI, FINO HA NON DORMIRE PER IL DOLORE COSTANTE, GINOCCH DX MOLTO GONFIO E DOLENTE.

LUNEDI 5 NOVEMBRE VISITA ORTOPEDICO
POSSIBILITA’ INFEZINE NON CURATA AL PRINCIPIO PER FEBBRE GOLA INGROSSATE, QUINDI CONSEGUENZA ARTROPATIA, SINOVIA INFIAMMATA,” ESAME ISTOLOGICO DEL LIQUIDO SINOVIALE”MAI STATO ESEGUITO, QUINDI PRESCRITTA VISITA REUMATOLOGA ALL’OSPEDALE TREVIGLIO/CARAVAGGIO. DATO ANTINFIAM ARCOXIA PER 10 GIORNI


NONOSTANTE GROSSO E MALE STATA SOPRA
SETTIMANA DAL 12 AL 20, MALE E GONFIORE FINO A NON CAMMINARE COME FOSSE LA GAMBA PIENA DI LIQUIDO
VISITA 13 DICEMBRE ANTICIPATO PER URGENZA OSPEDALI DI TREVIGLIO-CARAVAGGIO

GIOV 22 NOVEMBRE PRONTO SOCCORSO TREVIGLIO
Codice BIANCO, me ne sono andata dalla disperazione, e chiamato privatamente eseguito visita privata la sera stessa
diagnosi (ipertrofia sinoviale) IDRARTO GINOCCHIO, UTILE ARTROCENTESI DIAGNOSTICA ED ESAMI EMATICI PER APPROFONDIMENTO
mattina dopo ARTROCENTESI DIAGNOSTICA: CIRCA 50cc COLORE GIALLO, TORBIDO, PARZIALMENTE DEPOLIMERIZZATO.
ESAMI EMATICI: EMOCROMO, VES, PCR, CREATININA, FR, Ab ANTI CITRULLINA, HLA B27, ELETTROFORESI
DATA CURA CORTISONE DELTACORTENE 25mg MATTINO 1C PER 7 GIORNI, 3/4C PER 7 GIORNI, 1/2C PER 7 GIORNI, 1|/4C PER 7 GIORNI. FANS OKI SERA NEL CASO DI BISOGNO, RICHIAMARLO DOPO UN MESE CON ESAMI IN MANO.
ESAMA SANGUE, ESAME ISTOLOGICO SIERO

28 NOVEMRE RMN già Gonfio
ESITO: LEGAMENTI MENISCO… DICIAMO REGOLARI
E LA VOCE: COSPIQUA QUANTITA’ DI VERASAMENTO DISTENDE LA CAPSULA ARTICOLARE CHE APPARE NOTEVOLMENTE ISPESSITA PER FENOMENI DI SINOVITE IPERTROFICA CON FORMAZIONE VEGETANTI NEI RECESSI CAPSULARI.

29 NOVEMBRE ESAMI SANGUE
NELLA NORMA, ESCLUSI FATTORI REUMATOLOGICI

LUNEDI 24 DICEMBRE
LETTURA ESAMI SANGUE DAL REUMATOLOGO VISTA L’ESCLUSIONE DEI FATTORI REUMATOLOGICI
PROCEDE DI NUOVO ARTROCENTESI 50 cc
1° FILTRAZIONE CORTISONE Kenacort 40mg

Dopo 1° Filtraz Kenacort 40mg Ginocchio il 24 Dicembre dot. Colombelli
RIPOSO PRIMA E DOPO 5gg
La 1° Notte Sudata fradicia, 2° Notte meno
Subito Forti Fitte sotto il Piede DX
Dolori per 2/3 Giorni “dolori anche al ginocchi SX”
Al 3° giorno bello e piegato
Gonfio leggermente dal 9 Gennaio
Note: da Giovedì 10 Gennaio PRURITO BRUCIORE ARTI INFERIORI d’avanti grattare fino a lacerare la pelle, quasi a acqua fino il giorno dopo a Crosta. (episodi accaduti già raramente in Passato) dopo2 giorni Viso dopo2 gorni Braccia

GONFIO :DA SABATO 20 GENNAIO INIZIO GONFIO MA PIEGO
DA SABATO 26 GENNAIO PEGGIORA GONFIO E CALDO MA PIEGO
DA DOMENICA 3 FEBBRAIO GONFIO TANTO E CALDO ! NON PIEGO Più MALE !!


VISITA Dr MERC 6 FEBBRAIO 08
GONFIO DA DOMENICA ARTROCENTESI 70 cc LIQUIDO NELLA NORMA
2° FILTRAZIONE CORTISONE Kenacort 40mg

Dopo 2°Filtrazione Kenacort 40mg Subito MALE Muscolo Gamba quadricipite, e sciatica
SENZA RIPOSO, USO STAMPELLE
La 1° Notte Sudata fradicia, 2° Notte meno, mattina Febbre 37
Dolori per 3 4 Giorni “dolori anche al ginocchi SX”
Fino venerdì, male e caldo -Sabato caldo freddo -Domenica meno caldo piega bene
Lunedì un po’ più freddo, quasi bene “gonfiore solito parte dx”
Martedì Freddo ok
Al 5° giorno bello e piegato
Gonfio leggermente dal 27 FEBBR
Note: dal 25 dolori a scossa

GONFIO:DA MERC 27 FEBBRAIO INIZIO GONFIO POCO MALE MA PIEGO
DA DOMEN 2 MARZO DOPO VIAGGIO UDINE PEGGIORA GONFIO CALDO E FREDDO MA PIEGO
DA MARTED 4 MARZO GONFIO TANTO E Più CALDO, MA PIEGO

VISITA Dr VENERDI 7 MARZO
DATO : PROVA CURA CORTISONE DELTACORTENE 25MG n°1 X5g, ½ X5g, ¼ X3g
POI RISENTIRE PER EVENTUALE 3° INFILTRAZ cortisone, NON SERVITA.
12 MARZO SEMPRE GONFIO MALE CALDO FREDDO,
13 marzo più gonfio male tanto, 14 marzo gonfio fino primo pomeriggio poi giù e meno Male, caldo freddo.

VISITA Dr SABATO 15 Marzo 08
GONFIO SU E Giù, CALDO FREDDO
ARTROCENTESI 45cc LIQUIDO MIGLIORATO
3° FILTRAZIONE CORTISONE Kenacort 40mg

Dopo 3°filtrazione Kenacort e ultima, Subito Sudata, niente male.
FATTO FARE ESAMI SPECIFICI EMATICI, lunedì17 a BERGAMO
Riposo per 5gg
Note: prima di infiltrazione, male al muscolo posteriore coscia a camminare
Dopo infiltrazione, male il muscolo posteriore dell’altra gamba.
Episodio ripetuto anche la 2° filtrazione, ad un certo punto nelle dita, la 1° volta anulare, ora mignolo, come un
ago una scheggia improvviso, da dolore solo a sfiorare, poi come a toglierla passato subito
Dolori a Muscolo posteriore coscia SX per 2 Giorni
La 1° Notte Non sudato 2° sudato
Al 2°-3° giorni quasi ok, 5° bello e Freddo

(26 marzo Tornate Perdite « poco » 2-3 giorni, Ultimo Ciclo durato 3 Giorni 9 marzo, )
(n°2 FORTI e BREVI CAPOGIRI mattina dopo poca perdita 3 Aprile mattino)

28 marzo: BELLO e FREDDO da un Po
30 marzo inizio dolori a scossa Gonfio leggermente
GONFIO : DA DOMEN 30 MARZO INIZIO GONFIO POCO MALE MA PIEGO
1 APRILE UN PO PIU’ GONFIO
3 APRILE EVIDETE GONFIORE SOLITO LATERALE DX, E SOPRA, MALE MA FREDDO E PIEGO
4 APRILE GROSSO GONFIO PIEGA CALDO

1 APRILE RITIRO ESAMI NELLA NORMA, « Ab ANTI NUCLEO (ANA)- ANTI ENA Sc1-70 – ANTI ENA Sm – ANTI ENA SSA – ANTI ENA SSB – ANTI ENA JO1 – ANTI ENA Nrnp > negativi
VES (VEL, ERITRO SEDIMENTAZIONE) 16
S-COMPLEMENTO C.3 108 /COMPLEMENTO C.4 14 > NELLA NORMA

VISITA Dr SABATO 5 APRILE
TENTATIVO CON SEDUTE DI 5 ACIDO JALURONICO, DA ME SUBITO DALL’INIZIO NON TOLLERATA, MA COMUNQUE ESEGUITE.
1°Filtrazione ACIDO IULORONICO HIALGAN A BASSO PESO MOLECOLARE
GONFIO, caldo ARTROCENTESI 35 cc, LIQUIDO GIALLO bello
1° FILTRAZIONE DI 5, DI CUI 1 ALLA SETTIMANA
GONFIO DA SUBITO
RIPOSO 2 GIORNI
MERC 9 Gonfissimo e male! Tutta la gamba, soprattutto polpaccio rigido

VENERDI 11 Aprile 2° Filtrazione ACIDO IULORONICO
GONFIO, caldo ARTROCENTESI 35cc CIRCA 3 SIRIGHE, LIQUIDO GIALLO bello
GONFIO DA SUBITO
RIPOSO 3 GIORNI Stampelle 2 giorni successivi,
da LUNEDI 14 sempre più Male: sotto piede lateralmente parte esterna fino a mignolo, gamba piena, sciatica

GIOVEDI 17 Aprile, VISITA ORTOPEDICO CHE MI SEGUE
Detto:
malattia della Sinovia,
SOSPENDERE Filtrazioni Acido Ialuronico, perché sulla Sinovia Malata nel mio Caso, “sinovia come una Spugna” la Filtrazione la gonfia di Più, quindi mette in Atto un ulteriore Procedimento infiammatorio, che ho fatto Notare alla Visita. A Chiesto come abbia potuto il Reumatologo filtrarmi l’acido ialuronico in una Sinovia Malata
ma sarebbe stato meglio un ciclo di Cortisone Kenacort di 5, per vedere di assottigliare la Sinovia già ingrossata, fatto notare che il REUMATOLOGO la quale sono in cura ha già Provveduto di 3, senza Risultati.
Quindi, visto nessun miglior consiglio, ho Chiesto un ortopedico specialista per un eventuale Sinoviectomia da lui Sconsigliata, Lunedì 28 Telef per Nominativo

SABATO 19 Aprile 3° Filtrazione ACIDO IULORONICO
Ho chiesto di non Eseguire la terza Filtrazione, su richiesta dell’ortopedico, il Dr ha insistito nel Procedimento fino la 5 Filtrazione visto che il Risultato si può vedere solo la Fine,
mi ha Spiegato che Non è La Sinovia Malata che Causa tutto il Resto, ma crede pezzi di Cartilagine in giro che infiammano Questa, visto che il liquido è Bello, quindi non essendo Brutto significa che la Sinovia per quanto ingrossata non è malata.
Eventualmente si ritiene opportuno Artroscopia per Valutare Nuovamente il Danno cartilagineo, quindi provvedere Se Necessario ad un eventuale Trapianto di Cartilagine e la stessa pulizia della Sinovia.

GONFIO, caldo ARTROCENTESI 25 cc, LIQUIDO GIALLO bello
GONFIO DA SUBITO 1° giorno male gamba, sensazione piena
2° giorno “poco gonfio e non dolore all’improvviso” episodi 2 giorni dopo ancora mattina camminare bene senza male, primo pomeriggio male e gonfio,sera camminare ancora bene senza male.
RIPOSO 3 GIORNI Stampelle
Da domenica 20 Impacchi Argilla Verde e OKI n°3 al Giorno fino giovedi
VENERDI 25 APRILE SERA, DOPO 5’ DI CAMMINATA, MALE E GONFIO TANTO “DURO”
SABATO 26 MALISSIMO, GONFISSIMO, DURO NON PIEGA
Domenica ripreso OKI meno male

LUNEDI 28 Aprile 4° Filtrazione ACIDO IULORONICO
COMINCIATO ESERCIZZI MUSCOLI QUADRICIPIDE
GONFIO, ARTROCENTESI 20cc, LIQUIDO GIALLO bello
SINOVIA ATROFIZZATA TOLTO POCO LIQUIDO
GONFIO DA SUBITO 1° giorno MALE COME GINOCCHI IMPREGNATO DALLA SINOVIA
primo pomeriggio male e gonfio,sera camminare ancora bene senza male.
RIPOSO 2 GIORNI 3°Stampelle
OKI solo la Sera
Giovedi 1 maggio bello e piega quasi tutto, non male come prima

LUNEDI 5 Maggio 5° Filtrazione ACIDO IULORONICO
GONFIO, ARTROCENTESI 20cc, LIQUIDO GIALLO con tratti poco sangue
SINOVIA ATROFIZZATA TOLTO POCO LIQUIDO
GONFIO DA SUBITO 1° giorno MALE COME GINOCCHI IMPREGNATO DALLA SINOVIA
primo pomeriggio male e gonfio
RIPOSO 2 GIORNI
OKI solo la Sera
MARTEDI 6 SERA VIAGGIO PER BIELLA MALE PER POSIZIONE GUIDA
MERCOLEDI 7 RITORNO DA BIELLA, MALE FINO SERA
POI SEMPRE MALE E GONFIO!
DOMENICA 11 SERA MIGLIORAMENTO, MA SEMPRE MALE E IMPOSSIBILE STENDERE O PIEGARE COMPLETAMENTE. Male sotto il piede come gonfio



MERCOLEDI 7Maggio
Visita Dr ospedale Biella

130 Km, un pò pesante,visto il traffico e il mio ginocchio appena filtrato lunedi. L'Ortopedico , il quale mi è Sembrato molto cortese,mi ha fatto un pò di domande, e appena ha visto il mio Ginocchio, si è messo le Mani nei Capelli. io mi sono recata da lui, perchè Specializzato in Trapianto di Cartilagine, ma Assolutamente dopo aver Visto anche la Mia Risonanza, a Escluso sia quella la Causa, specificandomi ogni passaggio dei perchè, ma Trattasi di una SINOVITE VILLONODULARE PIGMENTOSA, che porta spesso a ...trofizzare della sinovia, che praticamete la mia Sinovia è come un'Alga con tanti filamenti, e che più si Aspetta e più diventa recidificante, quindi più DIFFICILE INTERVENIRE. insomma, mi ha Spiegato cosa si potrebbe fare, meglio Sinoviectomia, cioè entrare in artroscopia e bruciarmi tutta la Sinovia in esuberanza, “sublimazione” dice che non sempre un unico interveto è Sufficiente, e addirittura rare volte, ce nè un terzo dove mi manderebbe in un centro "tipo Nucleare per infiltrazioni? Chiedo se lui questi interventi ne ha già fatti, se posso stare tranquilla, Lui mi risponde di Si, ma che posso sceglier un'altro medico o città, io gli chiedo come fossi sua Figlia di Operarmi Lui, e cosi Martedi 3/10 giugno con urgenza prima in sue Possibilità, visto dice guardandomi negli Occhi, "Povera non può andare Avanti cosi!" mi ha sottolineato come il Dr Locatelli, che Assolutamente questa Ultime Filtrazioni di Acido Ialuronico, non era Assolutamente Consigliato, anzi, mi ha Peggiorato... ho Chiesto per la riabilitazione, mi ha Risposto che serve solo riposo 15/20 giorni,

MERCOL 21 MAGGIO PRERICOVERO PER TUTTI ESAMI
LUNEDI 9 GIUGNO DAY OSPITAL OPERAZIONE, 2 notti in struttura

LUNEDI 9 GIUGNO h12:30 INTERVENTO, DURATA 1’15’’
ESITO: ESTESA INFIAMMAZZIONE “CRONICA”, A ESEGUITO UNA PULIZZIA ESTESA IN TUTTA L’AREA DEL GINOCCHIO, RITIENE NON SIA UNA FORMA DI SINOVITE TUMORALE BENIGNA A SUOI SOLITI INTERVENTI, MA PROPENSO AD UN INFEZZIONE O VIRUS NON CURATO ALLA PARTENZA. ESEGUITA BIOPSIA PER ESITO SIA ONCOLOGICO CHE BATTEREOLOGICO.
L’INFIAMMAZZIONE è ESTESA, IL GINOCCHIO NELL’INSIEME MENISCO CARTILAGENE SI SONO MANTENUTE ANCORA “BUONE”, FORSE LEGGERMENTE SENTITI I LEGAMENTI.
IL 2 LUGLIO DOPO L’ESITO SI VEDRà

2 LUGLIO ESITO:
TENOSINOVITE CRONICA A FOCALE IMPRONTA GRANULOMATOSA CON SEGNI DI MARCATA IPERPLASIA VILLOSA.
IL QUADRO MORFOLOGICO TENDE AD ESCLUDERE UNA IPOTESI DIAGNOSTICA DI SINOVITE PIGMENTATA VILLONODULARE.

IL Dr, AL CONTROLLO DICE CHE L’ESAME BATTERIOLOGICO ESCLUDE INFEZZIONI, MENTRE LA DICITATURA DELLA DIAGNOSI IN CHIARO,LUI STESSO COME VISTA DI PRIMA PERSONA, NON HA IDEA DI QUALE FORMA POSSA ESSERE, QUINDI PROVVEDERA’ A CONTATTARE CENTRI O PATOLOGI GIA’ A CONOSCENZA.
IL CONTROLLO DEL GINOCCHIO, NON C’è PRESENZA DI LIQUIDO, EO EDEMA SOVRAROTULEO
RIPRESA GRADUALE DI CARICO, fkt PER RIPRENDERE LA MOBILITAZIONE, E ASSUNZIONE DI LYRICA 75MG
PROSSIMO CONTROLLO 22 LUGLIO
CREDO DI AVERLE MANDATO TUTTO E DI PIù.
LA RINGRAZIO DA ORA PER L'EVENTUALE RISPOSTA, O ALTRE DOMANDE SE LE SERVONO PER POTERMI AIUTARE. kATIA

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Da quanto descrive non escludo che possa trattarsi di "indrartro intermittente". Si tratta di una sindrome periodica che solitamente colpisce le giovani donne, tuttavia può insorgere in qualsiasi fascia d'età. Si caratterizza per l'insorgenza periodica (circa ogni 1-2 settimane) di versamento spontaneo ed abbondante ad un solo ginocchio. Il liquido si forma rapidamente, nel giro di 12-24 ore, e comporta notevole impaccio e gonfiore articolare. Di solito non c'è molto dolore, o per lo meno il dolore è modesto, cosi come il calore ed il rossore. Il versamento può persistere per diverso tempo e può risolversi spontaneamente. Come nel suo caso i segni sistemici di infiammazione (VES e PCR) ed i tests sierologici reumatici sono negativi. L'esame del liquido sinoviale va eseguito al microscopio ottico per valutare la conta dei globuli bianchi. Nel caso di idrarto intermittente i globuli bianchi non dovrebbero superare i 5000 elementi per millimetro cubo, mentre nelle artriti "vere" il numero è molto superiore. L'aspetto del liquido sinoviale inoltre dovtrebbe essere pressochè normale. Come nel suo caso l'esame istologico rileva un'abbondante rpoliferazione sinoviale villosa con infiltrato plasmacellulare e linfocitario, simile a quanto si osserva nell'artrite reumatoide. Se nel liquido sinoviale si rileva abbondante infltrato eosinofilo la diagnosi cambia di poco, trattandosi di altra forma artritica periodica definita come sinovite eosinofila. Molte pazienti presentano sintomi di natura allergica (orticaria e prurito), molte altre presentano l'insorgenza o il peggioramento del versamento articolare durante il ciclo mestruale. La prognosi è benigna in quanto con il tempo sembra risolversi spontaneamente, sebbene gli attacchi siano tanti. I casi non sono molti, forse perchè la diagnosi è spesso misconosciuta. La terapia spesso è inefficace, può dare qualche risultato l'infiltrazione articolare con cortisonici depot (riduzione dell'entità del versamento) oppure anti-infiammatori non steroidei assunti per bocca (nel caso insorga dolore). Sostanzialmente non esiste una terapia specifica. Tenga presente però che stiamo parlando di una forma simil-artritica benigna.

Avrei qualche obiezione sull'uso dell'acido jaluronico, per lo meno in corso di versamento. I motivi sono è il seguente: gli enzimi coinvolti nel processo infiammatorio locale, anche se modesto, distruggono le molecole di acido jaluronico, rendendo cosi il farmaco del tutto inefficace. Pertanto se c'è un versamento articolare, eventualmente prima si risolve il versamento e l'eventuale causa infiammatoria e poi si usa l'acido jaluronico. Ritengo inoltre che lei abbia già eseguito parecchie infiltrazioni con steroide, anche molto ravvicinate. Se il risultato è inefficace desisterei. Tenga presente che seppure evento raro, l'infiltrazione articolare ripetuta aumenta il rischio di artrite settica (cioè contaminazione batteriologica del ginocchio) molto più grave e difficile da curare rispetto all'eventuale idrartro.
Vada per la fisiokinesiterapia da eseguire però se il ginocchio è sgonfio e sopratutto se rivolta ad eliminare eventuali secondarie alterazioni muscolari date dall'immobilità. Non capisco però su quali presupposti razionali è stata indicata terapia con Lyrica (era forse per la sciatalgia?).

Quindi in sintesi: si rivolga presso un centro specialistico di reumatologia con provata esperienza per ottenere la corretta diagnosi e le dovute indicazioni terapeutiche. Tenga presente che la mia non è una diagnosi certa ma solo l'ipotesi virtuale di una possibile malattia toricamente sovrapponibile. Pertanto parli prima con il suo medico curante e, ripeto, con un reumatologo.
Giuseppe Germanò

[#4] dopo  
Utente 633XXX

Carissimo Dr G. Germanò
la ringrazio della sua risposta, la quale a descritto perfettamente la mia malattia di questi lunghi anni.
Ora sto aspettando dall'ortopedico che ha eseguito la Sinovectomia, un responso centrato, il quale è alla ricerca...
in merito alla fisiokinesiterapia, mi informerò anche tramite il mio medico.
in merito al farmaco Lyrica, non so nemmeno io il perchè, se non spiegatomi dallo stesso ortopedico, che serve per migliorare la circolazione locale, visto l'unica voce "non esatta" anche dalla sua dedescrizione in merito al mio ginocchio, è, ed è stato sempre molto caldo, episodio per la quale mi ha destato sempre più "paura", il resto è come tutto lei ha descritto, soprattuto pia d ciclo il maggior rigonfiamento e dolore dell'articolazione, il rossore nonsi è mai verificato.
nel esame del liquido sinoviale
Esame microscopico (GRAM) numerosi leucociti
ricerca di Aerobi e miceti NEGATIVA
ESAME FISICO/CHIMICO
aspetto TORBIDO
colore CITRINO
viscosità DIMINUITA
LEUCOCITI 5000 mmc
emazie 450 mmc
cristalli urato ASSENTI
cristalli fosfato ASSENTI.

come antinfiammatorio, il reumatologo mi aveva prescritto BRUFEN 600, ma io ho trovato più benificio con OKI, se lei mi indica un antinfiammatorio più orientato al mio problema, non esiterò a parlarne e richiederlo al mio medico.

Non so, secondo lei devo ritornare in mano al reumatologo alla quale ero in cura a questo punto? vedo lei ha approfondito molto l'esattezza dei miei sintomi, e la ringrazio di cuore del suo tempo dedicatomi, le farò certamente pervenire gli aggiornamenti che spero l'ortopedico si impegni al più presto a farmi pervenire, visto a volte anche solo camminare, ed è solo questo da 3 anni che riesco a fare, visto la sensazione del ginocchio o la stessa gamba, come se fosse impregnata d'acqua sotto pressione, quindi coricata o in piedi, sotto sforzo o a riposo, mi porta alla sensazione di dolore, o forse lo è, non so se ho imparato a conviverci, o forse non è dolore il peggio, ma impossibilità di viverci sopra.
Quindi i suoi consigli da ora sono di rivolgermi al reumatologo, e mi informerò in merito la fisiokinesiterapia.
domani inizio la fisioterapia, 1 giorno si, 1 giorno no, di 10 sedute per la mobilitazione dell'arto, in merito la muscolatura sto provvedendo piano piano con la piscina, ma lei mi può togliere una curiosità, l'ortopedico dice che io tranquillamente posso condurre una vita normale, al di là del mio riuscirci, ma dice e per me è questo l'importante, che questa malattia della sinovia, non comporta alla "distruzzione dell'articolazione", che se anche ci cammino sopra nonostante sia caldo normalmente, non inferisce sulla cartilagene o parti circostanti, cosa che il mio medico di base smentisce, ed io la mia paura più grande non è sopportare il male o fastidio acuto, ma poterci camminare sopra tranquillamente senza paura, DICO solo camminare non chiedo di correre, camminare vuol dire poter continuare a lavorare e senza impazzirei.
Lei Carissimo Dr G, Germanò, cosa mi dice, cosa mi consiglia?
Terrò presente le sue informazioni in merito da esperto, visto altri aiuti, se non Mani e spalle sollevate non ho mai ottenuto.
Attendo i suoi consigli, ma lei dove opera?, anzi andrò a vedere la sua casella di informazioni.
Spero di risentirla al più Presto, e la ringrazio veramente di Cuore, un Sorriso.. KAtia
volevo aggiungere, il mio ginocchio si vedono i primi risultati se pur piccolissimi positivi, meno caldo e grosso, e assumendo OKI sembra mi permetta di camminare subito dopo l'assunzione, senza dolore dovuto all'operazioe, tenendo presente che giornalmente eseguo impacchi di argilla 2 ore la mattina, cosi la Sera.
di nuovo grazie!

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Se sta bene con i FANS (tipo Oki) va bene cosi. Opportuno associare un gastroprotettore (ad esempio Lansoprazolo)soprattutto nel caso in cui l'assunzione del farmaco dovesse essere continuativa, al fine di evitare danno gastrico. In alternativa si possono usare antiinfiammatori di nuova generazione, detti COXIB, in quanto hanno meno effetti collaterali sulla mucosa gastrica.

Circa l'uso articolare, se si tratta effettivamente di indrartro intermittente non dovrebbero crearsi fenomeni distruttivi, quindi in teoria potrebbe condurre una relativa normale attività quotidiana.

Circa l'argilla non saprei cosa dire. Non ho esperienza e riscontri in merito.

Sono necessari quindi i controlli evolutivi presso il suo reumatologo di riferimento, come detto prima. Caso mai mi faccia sapere se il mio sospetto diagnostico sarà confermato dal reumatologo (dall'esame del liquido sinoviale sembrerebbe di si).

cordiali saluti
Giuseppe Germanò

[#6] dopo  
Utente 633XXX

grazie Dr G.Germanò
vedrò in tempi più ravvicinati di farle sapere l'evoluzione dei miei controlli, oggi ho cominciato la fisioterapia, secondo me molto blanda, anche perchè il fisioterapista non è ha conoscenza a quanto pare della mia problematica, quindi stà svolgendo una semplice e leggera flessione dell'articolazione, quindi estensione dei muscoli che sembrano si siano leggermente ritirati e perso di elasticità.
al controllo "22" o prima vedrò di parlare al mio medico di base, per ricontattare il reumatologo alla quale ero in cura.
La Ringrazio di Cuore, e tornerò sicuramente da lei, appena so qualcosa di nuovo, nel frattempo Buona Estate...
A Presto, cordialissimi saluti KAtia

[#7] dopo  
Utente 633XXX

buona sera Dr G. Germanò
oggi ho fatto la seconda visita al ginocchio, e l'ortopedico dice che va bene come articolazione, certo il grosso resta, e in merito all'esito non ci sono nuove risposte, se non quella di aspecifica, che dice tutto, quindi nulla di nuovo, e oltretutto mi ha consigliato di non buttare tempo ne denaro, visto di casi come il mio non ce ne sono, dice che nessuno prenderebbe in considerazione di fare delle ricerche più approfondite in merito.
io ho aggiunto che in passato ho sofferto ad intervalli a forme di papillomi nel naso in bocca e sotto il labbro estrnamente, spariti quelli mi sono venuti dei funghi sotto le ascelle a forma vulcanica, spariti quelli, le verruche, molte sulle dita, spariti quelle sul viso molte forme di foruncoli sotto pelle acne e..., curati quelli non ho più avuto nulla, se non il ginocchio.
Ne ho parlato, per quanto lui icompetente, mi ha risposto che può centrare ed essere una forma virale, quindi dice sparisce da sola...
in meritalla mia Sinovia dice, stiamo a vedere se e quando ricresce.
le avevo detto che l'avrei tenuta informata, dal reumatologo non mi sono neancora rivolta, ora vedrò nei tempi restanti il da farsi.
la ringrazio euon proseguimento.

[#8] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
rimango sempre del mio parere diagnostico. Secondo me invece vale la pena tornare dal reumatologo e proporre il mio sospetto diagnostico (idrartro intermittente), se tale diagnosi sarà confermata la terapia rimane quella dei FANS al bisogno.
Giuseppe Germanò

[#9] dopo  
Utente 633XXX

Sarà fatto
giovedi stesso chiamerò il mio reumatologo e gliene parlerò
questo visto la sua credibilità che ringrazio di cuore ancore....
tornerò se avrò notizie
grazie ancora

[#10] dopo  
Utente 633XXX

buona sera
è passato molto tempo, mi permetto di chiederle un consulto.
nel giugno 2008 dopo la sinovectomia e l'esito che le avevo scritto, ora dopo nemmeno un anno è ritornato lo stesso problema se pur in forma minore.
un reumatologo del posto, mi ha consigliato ciclo di DH reumatologico, " RIFAMPICINA" CREDO QUESTO SIA L'ANTIBIOTICO nominato da esso.
ho un po paura a sottomettermi ad altre prove, vorrei solo cortesemente sapere se ci sono controindicazioni in merito, o se nell'eventualità, semplicemente riavrò in ugual modo il mio ginocchio senza maggiori danni, e dovrò quindi sottopormi ad un'altra eventuale sinoviectomia già accordata col ortopedico, il quale ho pianamente fiducia, lo stesso ha lasciato a me scegliere la decisione, ma forse visto lui a visto il mio ginocchio all'interno, reputa inutile e forse non solo sottomettermi ad altre torture. oltretutto crede che questo farmaco sia usato solo nelle piccole articolazioni, nel ginocchio non gli è mai parso di averne sentito parlare. insomma a me la scelta, ma io non so di cosa si tratta, se non chiederò bene prima AL DAY PSPITAL ALLA GALEAZZI. ringrazio della sua risposta se me la concederà, ne ho veramente bisogno. Grazie di Cuore Katia un sorriso

[#11] dopo  
Dr. Giuseppe Germanò

24% attività
0% attualità
12% socialità
()

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2003
Più che la rifampicina tenterei la sinoviectomia (solitamente unico trattamento) con Yttrio. Sostanza radioattiva che presenta buona efficacia, senza praticamente effetti collaterali significativi. L'altra alternativa è quella chirurgica. Non ho personali esperienze sulla rifampicina in quanto l'efficacia nelle ginocchia non sempre è soddisfacente. Attualmente gran parte dei reumatologi hanno abbandonato l'uso della rifampicina per il relativo scarso beneficio.
Giuseppe Germanò