Utente 222XXX
Da circa due mesi ho iniziato a soffrire di tenosinovite alle caviglie (con versamento intrarticolare) e morbo di De Quervain bilaterale nonché di sciatica tronca. Unica attività fisica fatta fino alla comparsa del problema e' stato nuoto a livello agonistico. Ho 38 anni e non ho mai sofferto tali problemi. Le analisi del sangue sono tutte a posto (anche gli indicatori di infiammazioni o problemi reumatici). La terapia antinfiammatoria con fans non ha sortito alcun effetto come anche applicazioni di voltaren o artrosilene. I consulti ortopedici fatti pur in presenza di analisi regolari, mi hanno indirizzato verso un "problema sistemico" di natura infettiva o autoimmune. Ciò anche perché con il riposo i sintomi non sono diminuiti...anzi...
Ringrazio in anticipo i medici che volessero darmi un consiglio per approcciare la problematica in quanto i professionisti della mia città, brancolano un po' nel buio...o meglio...non riescono a definire una strada da seguire per capire cosa stia succedendo.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Nella condizione da lei descritta è necessario escludere una spondiloartrite. Tale gruppo di malattie riconosce forme diverse di patologie che possono riconoscere molteplici cause. Alcune forme si associano alla malattia psoriasica, altre a malattie croniche intestinali o genitourinarie. La normalità degli indici di infiammazione in questi casi non è dirimente come per altre forme di artrite. È opportuno quindi procedere con la valutazione di uno specialista reumatologo che la visiterà e le prescriverà ulteriori esami (RMN etc) in grado di formulare la corretta diagnosi. Cordiali saluti
Mauro Granata