Utente 350XXX
Salve
Ho 25 anni e mi è stata diagnosticata la spondilite anchilosante a 18 anni e sono positivo per HLA-B27.
Ho avuto nel 2010 un afta in bocca rotonda grande 2-3 mm che dopo 2 mesi non scompariva e il dermatologo me l'ha asporta e analizzandola il referto era di dubbia interpretazione forse riconducibile ad un virus o infezione.
Tra il 2010 e il 2011 presentavo più o meno 1 volta al mese delle piccole ulcere (come lacerazioni) in bocca che si risolvevano da sole nel giro di una settimana. Negli ultimi 3 anni se ne presentano si è no 1 all'anno anzi nel 2014 nessuna.
Ho avuto nel 2005 uveite più precisamente iridociclite acuta curata con puntura oculare di cortisone e risolta.
Visto che la bechet ha come sintomo uveite e afte, essendo che le afte non mi si presentano da 3 anni posso stare tranquillo di non avere la malattia? Cioè non capisco se chi ha la bechet deve avere le afte ricorrenti.
Vi ringrazio per l'aiuto

[#1] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La malattia di Behcet fa parte delle vascutiti sistemiche. In relazione alla localizzazione dei vasi colpiti i sintomi possono diversificarsi da paziente a paziente. Quelli più frequenti sono rappresentati dalla presenza di ulcere che possono manifestarsi sulle mucose orale e/o genitale accompagnate da lesioni oculari di vario genere, artrite e vasculite con eventuale interessamento anche del sistema nervoso centrale. Non rara l'evenienza di manifestazioni cutanee come per esempio l'eritema nodoso. Per quanto riguarda la diagnosi, ancora oggi non esistono marker specifici della malattia e la diagnosi viene spesso posta attraverso la valutazione della sintomatologia riferita dal paziente. Importanti a questo proposito la positività dell'antigene di istocompatibilità di I classe HLA B51 e il referto bioptico del prelievo eseguito sulle afte. Cari saluti.
Mauro Granata