Utente 126XXX
Salve

Sono ormai anni che soffro di una terribile epicondilite omerale e radiale, dovuto a tennis. Ho smesso da quando il problema è comparso e ho eseguito svariate sedute di onde d'urto. Sono servite ma piuttosto palliative.
Ho sentito adesso di questa tecnica del fattore di crescita piastrinica.

Cosa ne pensate? È affidabile e potrebbe aiutare?

Grazie mille
Stefano

[#1] dopo  
Dr. Marco Bonelli

32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Buonasera ,l'epicondilite e 'una infiammazione dei tendini dei muscoli estensori dell' avambraccio nel punto d'inserzione a livello osseo.Come tutte le entesopatie sono difficili da risolvere in maniera definitiva .La causa preponderante e ' rappresentata da un iperuso articolare protratto nel tempo o per motivi occupazionali o sportivi come nel Suo caso .I tendini vanno
Incontro ad una infiammazione con piccole lacerazioni al loro interno ed a causa della scarsa vascolarizzazione tendono facilmente a cronicizzare .
Il primo rimedio è il riposo articolare da attuare anche con un tutore che applicato durante il giorno possa ridurre il traumatismo prodotto dal movimento .Le Terapie fisiche danno risultati altalenanti .
Un buon risultato si ottiene con infiltrazioni locali ,a base di cortisonici ed ultimamente con il Prp.La mia esperienza diretta e' con la Proloterapia ,infiltrazione condotta con sostanze irritanti che procurano un aumento della vascolarizzazione locale con riduzione dell'infiammazione ed il ripristino parziale dell'integrità del tendine stesso .I risultati sono eccellenti spesso con 1 o 2 terapie .
Lo stesso meccanismo si riproduce con ancora migliori risultati con il Plasma arricchito di piastrine .
La differenza è nella metodica ,con una autotrasfusione si riutilizza il plasma arricchito della componete piastrinica,occorre un centro trasfusioni ed una corretta procedura che va effettuata necessariamente in ambiente ospedaliero .Ed ovviamente anche il costo visto che tale metodica spesso non è rimborsata dal SSN ed è sicuramente più onerosa .
Si rivolga ad un buon specialista Reumatologo od Ortopedico e per il Prp ad un centro ospedaliero con esperienza .
Un saluto
Dr. Marco Bonelli
MedicoChirurgo
Specialista in Reumatologia