Utente 141XXX
Buongiorno,
vi scrivo perché dal 2013 soffro di tendiniti ricorrenti in diversi punti del corpo. Ho iniziato nel 2013 con la fascite distale al piede sinistro, seguita nel 2014 dalla capsulite alla spalla sinistra, poi nel 2015 la tendinite del rotuleo nel ginocchio sinistro e la tendinite del sovraspinato alla spalla destra. Attualmente ho accusato il riacutizzarsi della fascite distale e della tendinite del sovraspinato alla spalla destra. Ad ogni episodio mi sono rivolta all’ortopedico specialista (di spalla, ginocchio), ed ognuno ha curato proponendo un insieme di terapie: assunzione di cortisone, fisioterapia, tecar, onde d’urto. Ma al di là dei benefici e della riuscita o meno delle singole terapie, mi chiedo se sia il caso di ricercare la causa primaria delle tendiniti ricorrenti oppure tale ricerca comporterebbe solo un dispendio di tempo e soldi senza portare a terapie definitive. Preciso che nel 2009 mi hanno riscontrato la tiroidite di hashimoto eutiroidea e per anni ho avuto un ipotiroidismo subclinico e pertanto non trattato farmacologicamente ma poi rientrato spontaneamente. Mi chiedo se ci possa essere un legame e se valga la pena approfondire questa ricerca.
Preciso che lo specialista ortopedico della spalla consultato, mi ha detto che, secondo una ricerca recente, in queste patologie contano l’età (47 anni), il sesso ed eventuali scompensi della tiroide, ma comunque mi sembra di capire che anche individuando una causa precisa, il protocollo di cura non cambierebbe. Quindi mi domando se sia possibile lavorare sulla prevenzione e quali esami eseguire.
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Giacomo Maria Guidelli

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROZZANO (MI)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
Buongiorno,

quelle che cita potrebbero benissimo essere tendiniti l'una separata dall'altra.
Da un punto di vista reumatologico, l'unica patologia che può giustificare episodi ripetuti di tendiniti, o meglio entesiti, potrebbe essere l'artrite psoriasica (non necessariamente legata alla malattia cutanea).
Una visita reumatologica pertanto potrebbe farlo, a scopo di escludere tale causa

Cordialmente,
Dr. Giacomo Maria  Guidelli

[#2] dopo  
Utente 141XXX

Buongiorno, La ringrazio per il Suo parere. Vorrei precisare che ho eseguito diverse ecografie alla spalla che hanno evidenziato calcificazioni in sede intermedia esterna con estensione complessiva di circa 13mm. L’endocrinologo avrebbe consigliato di testare anche il fattore reumatoide. Vorrei sapere quali esami potrei iniziare a fare per poi recarmi dallo specialista. Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Giacomo Maria Guidelli

28% attività
0% attualità
12% socialità
ROZZANO (MI)
AREZZO (AR)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2015
VES PCR fatt.reumatoide fibrinogeno ferritina CPK almeno.

Eventualmente anche la tipozzazione HLA (test genetico per la ricerca del fattore B27) e la calprotectina fecale
Dr. Giacomo Maria  Guidelli

[#4] dopo  
Utente 141XXX

La ringrazio per la risposta sollecita.