Utente 375XXX
Salve Dottori, ho 23 anni e dall’età di 10 mi è stata diagnosticata un’Artrite Reumatoide Giovanile Oligoarticolare di tipo II. Le articolazioni interessate sono le dita delle mani, spalle, entrambi i polsi, articolazioni sacroiliache bilateralmente, caviglie, ginocchia e tratto cervicale.
Mi è stata prescritta una terapia antinfiammatoria con naprossene e una terapia riabilitativa per oltre due anni e i sintomi sono migliorati quasi totalmente. L’ultimo controllo l’ho effettuato all’età di 15 anni ove essendoci una buona risposta al trattamento riabilitativo e antinfiammatorio, le visite periodiche sono terminate. Nel corso di questi anni ho sempre avuto vari dolori alle varie articolazioni interessate che ho trattato con una pomata antinfiammatoria.
Da circa tre settimane le dita della mano dx si sono gonfiate e sono divenute rosse,doloranti e pruriginose se esposte al calore, con una rigidità articolare più accentuata al mattino. Dalla scorsa settimana la stessa sintomatologia si è riproposta all’indice, all’anulare e al mignolo della mano sx.
Sono andata dal medico di famiglia e purtroppo non mi ha saputa aiutare, dicendomi che sono dei semplici geloni e di non dovermi preoccupare e nel frattempo di prenotare una visita reumatologica presso un centro specializzato (cosa che ho già fatto).
Ciò che vorrei chiedervi è: c’è qualcosa che posso fare per attenuare questa sintomatologia in attesa della visita? Potrebbe essere sinovite?
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Alla luce di quanto riferito nel post è probabile si tratti di una riacutizzazione della malattia. È perciò necessario dopo tutti questi anni trascorsi che uno specialista reumatologo riprenda in mano la situazione ripuntualizzando la diagnosi e la terapia. Solo così sarà possibile evitare le conseguenze deleterie di una artrite cronica non trattata. Saluti cordiali.
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente 375XXX

La ringrazio Dottore,
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
;)
Mauro Granata

[#4] dopo  
Utente 375XXX

Salve dottore, le chiedo scusa per l'ulteriore disturbo. Ho eseguito la visita dal reumatologo il quale sospetta una connettivite e mi ha consigliato di eseguire delle analisi e degli esami che sto già svolgendo tra cui la capillaroscopia. Il responso di essa è questo:
Pottemi sclerodermico capillari tortuosi con alcune dilatazioni maggiori e minori.
Quadro morfologico compatibile con acrocianosi.
Potrebbe spiegarmi cosa vuol dire?
La ringrazio molto.
Saluti cordiali

[#5]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Da quanto riportato nel post sembrerebbe trattarsi di un quadro capillaroscopico compatibile con una diagnosi di sclerodermia. Completi tutti gli esami prescritti e torni dal suo specialista di riferimento. Buona Pasqua.
Mauro Granata

[#6] dopo  
Utente 375XXX

La ringrazio molto Dottore. È stato gentilissimo, le auguro buona Pasqua.
Grazie ancora.

[#7] dopo  
Utente 375XXX

Salve Dottore, le chiedo ancora scusa per il disturbo. Ho eseguito le analisi specifiche richieste dallo specialista e risulto positiva solo agli anti-ENA screening multiplex luminex con un valore di 66.20 U.A oltre ad una carenza di vitamina D con valore di 17.7. Su internet ho letto che per sapere a quali anticorpi ENA nello specifico sono positiva bisognerebbe fare un'ulteriore esame, cosa che mi è stata confermata dal laboratorio di analisi. Essendo che non potrò contattare lo specialista fino al 15 maggio (giorno in cui ho la visita di controllo) mi consiglia di eseguirlo?
Così com'è il risultato dell'esame, cosa significa?
Mi scusi ancora e la ringrazio molto del suo tempo.

[#8]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Confermo quanto le è stato suggerito dal laboratorio di analisi. Un saluto cordiale.
Mauro Granata

[#9] dopo  
Utente 375XXX

Grazie mille, gentilissimo, cordiali saluti.

[#10] dopo  
Utente 375XXX

Salve Dottore, mi scusi se la disturbo ancora ma nessuno mi sa dare risposte concrete. Ho eseguito il pannello ENA e il risultato è stato positivo ma non in uno specifico.
Il referto è questo:
ENA POSITIVO
SS-A/RO-52 ASSENTI
SS-B ASSENTI
SM ASSENTI
RNP ASSENTI
SCL-70 ASSENTI
DSDNA ASSENTI
SS-A RO60 ASSENTI
Mi saprebbe spiegare il perché? Potrebbe essere semplicemente l'artrite reumatoide giovanile?
La ringrazio e mi scuso ancora.

[#11]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Gli anticorpi nucleari estraibili riconoscono numerosi auto antigeni anche se attualmente sono solo quelli menzionati nella risposta ad avere una valenza clinica specifica. E' questo il motivo per il quale pur risultando positiva la ricerca generale è sottolineata la negatività di queli che avrebbero avuto un significato diagnostico preciso. Cordialità.
Mauro Granata

[#12] dopo  
Utente 375XXX

Capisco.. quindi secondo Lei effettuare un pannello più ampio ai fini diagnostici sarebbe inutile?
Mi perdoni per tutto il disturbo che le sto arrecando.

[#13]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Non posso che ripetere quanto già scritto. Quelli che al momento hanno significato clinico sono quelli testati e sono risultati negativi.
Mauro Granata

[#14] dopo  
Utente 375XXX

Grazie mille Dottore, è stato chiarissimo e molto gentile.
Cordiali saluti.