Utente 112XXX
Buonasera,
da circa sei mesi ho un dolore continuo ad entrambi polsi, in particolare sull'osso esterno (ulna credo) che si propaga a tutto il polso, soprattutto quando li giro in senso orario e antiorario. Il medico curante (in Lussemburgo, vivo all'estero) mi ha consigliato di applicare una crema antinfiammatoria, feldene, mattina e sera per una settimana; il dolore si è alleviato solo un pò ed è ripreso normalemente dopo un pò. Di che cosa si può trattare? Io lavoro al computer tutto il giorno, ma uso il mouse solo con la mano destra..
Ho fatto una radiografia di entrambi i gomiti e polsi, il risultato è il seguente:

Nulla di rilevante riguardo a polso sinistro ed entrambi i gomiti; per il polso destro è stata rilevata una leggera deformità dell'ordine di 6 gradi della diafisi del polso.(spero sia giusto ho tradotto dal francese..)
Quello che è strano è che io ho dolore ad entrambi i polsi.. io sono terrorizzata dall'idea di avere qualche forma di artrosi, come il mio medico curante qui in Lussemburgo mi ha accennato. Io ho dolore soprattutto al mattino, ci sono dei giorni in cui non ho molto dolore, altri in cui un minimo movimento mi provoca molto dolore.
Spero di ricevere un vostro parere al piu' presto,

cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr.ssa Myriam Cecchi

20% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
RIMINI (RN)
CESENA (FC)
GRAVINA DI CATANIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, non ci ha specifacato in che cosa consista e quale diafisi ossea (radio o ulna?) sia interessata nella "deformità" riferita in esame RX del suo po1so.
Tuttavia, dato il suo dolore localizzato sul versante ulnare, si potrebbe trattare di una instabilità di polso determinato da una "ulna minus", (all'esame RX in proiezione antero-posteriore del polso l'ulna appare più corta del radio) con risultato di una sintomatologia cronica come quella da lei accusata ma alla quale non vi è rimedio pratico. Sarebbe impensabile qualunque soluizione chirurgica poichè l'invasività sarebbe sproporzionata rispetto all'entità del Suo diturbo.
Altra patologia, invece, potrebbe essere quella a carico della fibro-cartilagine-triangolare (fissurata, rotta o disinserita, più difficilmente degenerata data la Sua giovane età) poichè anche questa provoca un dolore alla prono-supinazione del polso. A questo proposito dovrebbe cercare di ricordare qualche episodio distorsivo o traumatico al quale in passato può non aver dato importanza.
Diversamente sarebbe da prendere in considerazione una patologia tendinitica a carico del tendine estensore ulnare del carpo resistente alle terapie a cui si è già sottoposta. Potrebbe in questo caso tentare con tradizionale terapia fisica (laser, ultrasuoni, ionoforesi).
Per quanto riguarda, invece, l'ipotesi di un'artrosi, semmai si potrebbe ipotizzare una forma reumatoide molto iniziale e sfumata poichè, un'artrosi primitiva non può colpire un soggetto della sua età.
A Sua disposizione per ogni ulteriore chiarimento, cordialmente
Dott.ssa Myriam Cecchi Chirurgia della Mano e del Piede e Neurochirurgia periferica
www.chirurgiadellamanoedelpiede.it

[#2] dopo  
Utente 112XXX

Buonasera dottoressa,

innanzitutto la ringrazio per la Sua risposta. Giovedi' mi sono recata da un reumatologo, e dalla radiografia mi ha detto che in effetti ho l'ulna più corta, soprattutto a destra è molto evidente, la sinistra invece di poco, infatti mi fa meno male. Il medico mi ha prescritto ultrasuoni e un tutore per la notte per tenere il polso immobile. Secondo Lei può aiutare a placare il dolore? A volte è davvero forte, altre volte quasi impercettibile. Nel caso Lei mi consiglia una cura particolare per alleviare il dolore?

La ringrazio in anticipo per la sua disponibilità

Cordialmente

[#3] dopo  
Dr.ssa Myriam Cecchi

20% attività
0% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
RIMINI (RN)
CESENA (FC)
GRAVINA DI CATANIA (CT)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
gentile signora,purtroppo,trattandosi di un problema di tipo meccanico e non infiammatorio,le tradizionali terapie non potranno dare dei grandi risultati quanto piuttosto ,forse e non in modo certo,un saltuario parziale beneficio.D'altra parte è un problema senza soluzione ,salvo il trovare una forma di adattamento funzionale e di convivenza con i suoi disturbi.Una soluzione chirurgica,come già accennato,anche se sarebbe l'unica terapia efficace,è da riservarsi in caso di grave impotenza funzionale e comunque non sarebbe esente da altre eventuali complicazioni.Cordialmente
Dott.ssa Myriam Cecchi Chirurgia della Mano e del Piede e Neurochirurgia periferica
www.chirurgiadellamanoedelpiede.it

[#4] dopo  
Utente 112XXX

Buonasera dottoressa,

Le scrivo di nuovo in merito al dolore ai polsi; ho fatto delle sedute di ultrasuoni e massaggi manuali, hanno alleviato il dolore per un po' , ma adesso sono allo stesso punto di prima. Il dolore a volte è davvero molto acuto a tutti e due i polsi, un minimo movimento e soffro da morire.. secondo Lei è normale avere tutto questo dolore per un'ulna minus? Dovrei indagare se non si tratti di qualcos'altro? Mi consiglia degli esami particolari? E soprattutto, è normale che abbia iniziato ad accusare dolore proprio quando mi sono trasferita in Lussemburgo a settembre, il clima potrebbe avere influito?
La ringrazio in anticipo per la sua disponibilità, mi scusi, ma mi sembra assurdo che a 27 anni debba soffrire cosi' tanto e non ci sia nulla per porvi rimedio.

In attesa di un Suo cordiale riscontro porgo

Distinti saluti.