Utente
Buongiorno, riposto anche qui il quesito precedente per sapere anche un parere reuamtologico oltre che quello neurologico, dato che penso che il mio problema rigusrdibuno dei due campi.



Da più di 1 anno soffro di un dolore non specificato alle mani, bilaterlae non continuo.

Localizzato in zona dorso mani e dita.

Magari un giorno mi da fastidio anulare e indice a dx, e dorso mignolo mano sx e magari dopo qualche ora viceversa.

Non è dolore forte ma fastidio che io credo nervoso o osseo.

In questo anno ho fatto.

Visite neurologiche con emg negativa.

Visite reumatologiche con esami specifici e capillaroscopia negativi.

Eco mani negativi.

Visita chirurgo mani negativi.

Ho solo protusioni cervicali e mal di schiena dorsale.

Il dolore compare e più ci penso più mi fa male, se massaggio o non ci penso sparisce.

Magari mi da fasridio per 2 giorni e poi sparisce per 2 mesi salvo poi ripresentarsi.

Faccio un lavoro manuale pesante di carico scarico e soffro molto di ansia.

I medici mi hanno detto che può dipendere dal lavoro ma mi compare anche se per esempio non lavoro anche se però quando riposo uso spesso cellulare e PlayStation.

Secondo vuoi anche se localizzato alle mani e basta, può essere fibromialgia o psicosomatico?

Psicosomatico mi hanno detto di no anche se soffro di forte disturbo di ansia.


La mia paura é sempre stata sclerodermia, anche se secondo i medici dato che non cambiano colore non ho raynaud, ne sclerodattilia, ed esami ana ena pcr ves fattore reumatoide ecc sempre negativi.
3 capillaroscopie negative, solo una dottoressa aveva visto un megacapillare, secondo lei, smentita poi da altri 3 reumatologi che esclusero che fossero megacapillare.
Era solo lievemente ectasico, ma a mi mangio spesso le cuticole.
Secondo voi da cosa può dipendere il dolore?
Dal punto di vista reumatologico posso stare tranquillo?
Con il freddo mi pizzicano i polpastrelli, ma perché li ho tutti screpolate per il lavoro, penso sia quello.
Inoltre non sempre collegato al freddo mi capita di guardarmi le mani e vedere la mano poco più rossa con chiazzettine piccole bianche, ma non credo sia collegato al dolore, anche perché ho visto questo fenomeno in altri miei amici conoscenti...vorrei sapere la vostra idea perfavore

[#1]  
Dr. Danilo Vaccai

24% attività
20% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2020
Salve. Direi che tutte le malattie croniche possono avere una componente emozionale. Su questo non ci sono dubbi. Gli esami sono tutti negativi. Quindi, non vedo per quale ragione temere di malattie come la sclerodermia (per altro presente prevalentemente nel sesso femminile e abbastanza rara). Se fa un lavoro pesante, questo invece ha la sua importanza. Le consiglio per prima cosa un approccio psicosomatico e ..........di gettar via la Play Station che se soffre di ansia le fa solo male (anche se non soffre di ansia le fa male). Il cellulare sarebbe nato per comunicare nelle emergenze, e nel lavoro è molto utile. Non per fare altre cose.
Auguri.
Dr. Danilo Vaccai

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille dottore Per la gentile risposta. Temo la sclerodermia per un semplice motivo. Una volta scoperta a caso su internet mi sono preoccupato molto, pensando dal nulla di averla. Così per tranquillizzarmi oltre agli esami del sangue, negativi, feci una capillaroscopia, negativa. Non so per quale ragione ma dopo 1 mese circa, avvertendo ancora fastidi alle mani ho deciso di farla ancora, presso un altro centro. Qui la dottoressa a suo dire, ha trovato un megacapillare, vedendomi spaventare e facendomi rifare altri esami del sangue, tutti negativi ancora, tranne cardiolipina debole positiva. Ricontrollata dopo 2 settimane di testa mia e questa volta negativa. Spaventato andai dalla mia reumatologa di fiducia all'humanitas che mi fece lei stessa una capillaroscopia dicendomi che non era assolutamente un megacapillare. Portai tutto poi ad un noto reumatologo di Piacenza che conosco, dicendomi che quella dottoressa si era sbagliata e che non era affatto un megacapillare, che al massimo era leggermente tortuoso ma che non centra nulla la sclerodermia. In conclusione crede davvero che il dolore alle mani non sia correlato a questa patologia ma più che altro al lavoro pesa te? Anche se il freddo me lo accentua sul dorso?
Ed in sostanza, anche non fosse un megacapillare, io spesso per il lavoro mi rovino le dita, tante pellicine ecc, che strappo. Sarebbe potuto essere causato da quello come appunto la lieve ectasia, tortosuitá del capillare?
La cosa che mi fa strano anche se 3 reumatologi dicono il contrario ed io sono contento così, é che la reumatologa che ha detto che era un megacapillare lo ha misurato. Come ha fatto a sbagliarsi?
É la cardiolipina, come mai era debole positiva? Grazie

[#3]  
Dr. Danilo Vaccai

24% attività
20% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2020
La Medicina non è una scienza esatta, è un'arte. E la cosa più complicata, te lo posso garantire dopo 36 anni di esperienza, è la Diagnosi. Non posso dirLe altro. Confermo invece ciò che Le ho scritto in precedenza: rileggi attentamente le mie risposte.
Saluti,
Dr. Danilo Vaccai

[#4] dopo  
Utente
Va bene dottore grazie. Ovviamente non colpevolizzo la dottoressa. Errare é umano, e gli errori ci possono essere ovunque. Solo che in un soggetto ansioso fanno più effetto. In sostanza, con gli esami negativi, come dice, non devo temere malattie reumatiche ed in particolare sclerodermia giusto? Di cui apparentemente non ho sintomi, genere ed etá di esordio corretto?

In ogni caso, la sclerodermia oggi giorno è diciamo curabile o porta comunque alla morte?

[#5] dopo  
Utente
Mi faccia sapere cosa ne pensa dottore. Grazie

[#6]  
Dr. Danilo Vaccai

24% attività
20% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2020
Sono domande alle quali, non avendo la palla di vetro, non posso rispondere. Altrimenti lo avrei già fatto. Si curi l'ansia, piuttosto. Otterrà dei benefici sicuramente. La saluto cordialmente definitivamente.
Dr. Danilo Vaccai