Riscontro di megacapillari durante capillaroscopia

Partecipa al sondaggio
Buongiorno,
Che significato clinico può avere il riscontro, durante una capillaroscopia per sospetto fenomeno di Raynaud in bambino di 11 anni, di megacapillari a morfologia arborescente?

La capillaroscopia precedentemente effettuata, 8 mesi fa, indicava alterazioni aspecifiche degne di monitoraggio.

Abbiamo familiarità per malattie autoimmuni, tra le quali dermatomiosite, alopecia areata e disturbi degli eosinofili (lui, sorella e madre affetti da colite eosinofila).

Il medico che ha eseguito l'esame ci ha consigliato di inoltrare l'esito al reumatologo di riferimento e ci ha consigliato di ricontrollare alcuni esami (ANA, ENA, C3, C4, QPE, LDH, CK, ALT, creatinina, glicemia, emocromo, VES, PCR).

Grazie
[#1]
Dr. Mauro Granata Reumatologo, Medico internista, Geriatra 2.7k 114
Gentile signora concordo con le indicazioni datele dal collega. L’esame capillaroscopico della plica ungueale nell’ambito della diagnostica differenziale del fenomeno di Raynaud permette di differenziare le forme primarie da quelle secondarie. La presenza di mega capillari, tanto più nel contesto di una familiarità positiva, necessita di una precisa valutazione e di un attento follow-up specialistico reumatologico. Cordiali saluti.

Mauro Granata
https://www.idoctors.it/medico/16613/0