Utente 180XXX
Buon dì.
sono una ragazza di 22 anni, magra (anche se mangio come un maialino...) da un pò -ca 2mesi- ho provato a prendere un erba che si chiama pueraria mirifica per ingrossare il seno, dato che è davvero piccolo.
devo dire che dopo 3 settimane è diventato più rigido, pieno e grosso, e ne sono soddisfatta, ma ancora non ho raggiunto quel seno che vorrei avere (quel qualcosa in più..) avete consigli da darmi al riguardo, altre erbe che contengono fitoestrogeni, o continuo con questa pueraria anche se non sento più che si ingrossa....
grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
numerose sono sul Web le richieste come la Sua.
Abbiamo risposto più volte anche su questo sito che putroppo non esistono cure in grado di sostituire l'intervento chirurgico additivo in maniera definitiva.

Esistono prodotti in grado di aumentare temporaneamente le dimensioni del seno.
Sono prodotti a base di fitoestrogeni, composti vegetali, che hanno una struttura simile agli estrogeni umani, ma hanno una azione ormonale molto più debole.
Una supplementazione dietetica ottimale di fitoestrogeni è di circa 60 grammi di proteine di soia, corrispondenti a circa 60 mg di fitoestrogeni.
Rispondo alla preoccupazione principale sull'ipotetico rischio di tumore al seno : una terapia o dieta di fitoestrogeni non soltanto non è dannosa ma è addirittura protettiva nei confronti dei disturbi della menopausa, delle malattie cardiovascolari ed è senz'altro utile nella prevenzione dei tumori della mammella come dimostrato dalla minore incidenza di questi tumori nelle donne di molti paesi orientali nei quali prevale una alimentazione povera di grassi animali e proteine, e ricca di vegetali soprattutto di soia.
Un discorso a parte invece meritano i prodotti a base di fitoestrogeni come alternativa "economica" al bisturi per aumentare il volume del seno.
Le aziende venditrici di fitoestrogeni promettono l'aumento di una o due taglie di reggiseno in virtù di una struttura simile a quella degli estrogeni, potendo sfruttare gli stessi recettori per gli estrogeni. La differenza è che il legame che questi ormoni vegetali stabiliscono con i recettori degli estrogeni, è mille volte inferiore.
Pertanto per poter osservare risultati apprezzabili OCCORRONO GRANDI QUANTITA'di fitoestrogeni.
E il punto è proprio questo : al momento non ci sono studi seri e rigorosi in grado di evidenziare possibili effetti collaterali di GRANDI QUANTITA'DI FITOESTROGENI.
Tra l'altro mancano dati affidabili sulla reale efficacia di questi prodotti a medio e lungo termine.
Cordiali saluti



Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 180XXX

la ringrazio per la gentile risposta, e mi scuso per la mia superficialità (non ho guardato bene su questo argomento gli altri post...)