Utente 332XXX
Buonasera,
Ho 41 anni e ad ottobre 2013, a seguito dell'effettuazione di un ago aspirato al seno su un nodulino di 6mm, mi è stata dignosticata una probabile mastopatia fibrocistica complessa con focali gruppi atipici (adenosi?) c3.
Successivamente, insieme al chirurgo abbiamo deciso di asportare la lesione che all'esame bioptico è appunto risultata essere un nodulo di mastopatia fibrocistica.
Per gentilezza, vorrei sapere se le donne che hanno questo tipo di patologia al seno hanno più possibilità di sviluppare negli anni un cancro del seno.
Il mio senologo e il mio chirurgo mi hanno già detto di no, comunque vorrei sapere anche un vostro parere.
Ringrazio anticipatamente per la risposta ed invio un cordiale saluto.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è alcun incremento del rischio per una lesione benigna come quella descritta.

Legga quali sono i fattori di rischio.

In fondo all'articolo anche le lesioni "istologiche" a maggior rischio

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/64-fattori-indicatori-rischio-carcinoma-mammario.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 332XXX

Buonasera dott. Catania,
La ringrazio innanzitutto per la tempestività della risposta e poi anche perchè mi ha ulteriormente tranquillizzata.
Ho letto il Suo articolo sulle lesioni istologiche a maggior rischio e l'ho trovato istruttivo ed interessante. Grazie :-)
Devo ammettere che sia il mio chirurgo che il mio senologo mi avevano detto dall'inzio che questo nodulino sicuramente non sarebbe risultato nulla di preoccupante all'esame bioptico, però, come Lei può ben immaginare, l'ansia per il risultato definitivo era parecchia.
Sono anche molto contenta perchè, oltre al risultato negativo della biopsia, ho ottenuto dall'operazione, un risultato estetico davvero notevole, che è andato al di là delle mie più rosee aspettative.
Il mio chirurgo (rinomato Prof. romano) mi ha dapprima applicato il repere metallico e successivamente mi ha praticato una piccola incisione (circa 3 cm) periareolare che a distanza di poco più di 2 settimane dall'intervento è quasi sparita.
La ringrazio ancora per la Sua disonibilità e Le auguro un buon proseguimento di giornata.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 332XXX

Caro dott. Catania,
Le scrivo per chiederLe un consiglio. Ho notato che sporadicamente ho delle piccolissime, quasi impercettibili secrezioni, di colore quasi trasparente, dal seno destro. Quello che non è stato operato. Premetto, che meno di un mese fa mi sono sottoposta ad una ecografia di controllo che, al di là della mastopatia fibrocistica che mi è stata diagnosticata fin dall'età di 17 anni, non ha evidenziato alcuna anomalia del tessuto mammario. Oggi ho chiamato il mio senologo il quale mi ha tranquillizzata dicendomi che la secrezione non dovrebbe assolutamente essere nulla di che. Cosa potrebbero essere queste sporadiche e piccolissime secrezioni? Potrebbero dipendere dalla mastopatia fibrocistica? Sarebbe opportuno ripetere un'altra ecografia di controllo?
La ringrazio anticipatamente per la Sua disponibilità e Le auguro buon pomeriggio e buon lavoro!

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ma no, vanno solo controllate le caratteristiche cliniche (=visita)
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/77-secrezioni-seno.html
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 332XXX

La ringrazio per la risposta dott.Catania, gentilissimo come sempre!
Le auguro una buona Pasqua.

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tanti auguri
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#8] dopo  
Utente 332XXX

Gent.mo dott. Catania,
Circa 2 settimane fa spremendomi i capezzoli ho notato che da quello sinistro mi usciva un liquido verdino, mentre dal destro un liquido marrone scuro.
Sono andata dalla senologa la quale mi ha tranquillizzata molto e per, precauzione mi ha fatto fare un esame citologico del liquido marroncino.
L'esito dell'esame citologico è stato il seguente:
"Gli strisci esaminati sono costituiti da materiale di fondo sieroso, da emazie e da numerose cellule schiumose con pigmento di emosiderina.
Non si apprezzano cellule epiteliali"
Ho fatto leggere il referto alla senologa che mi ha detto di stare serena perché non c'è nulla di importante. Mi ha anche raccomandato di non spremere più i capezzoli perché io sono in terapia antiaggregante a causa di un ictus che ebbi molti anni fa e la spremitura potrebbe comportare la rottura di qualche piccolo vaso sanguigno con conseguente fuoriuscita di sangue.
Premesso che mi sono sottoposta a ben 2 ecografie nel giro di 2 mesi che non hanno evidenziato patologie mammarie (seno fibrocistico con un nodulino a destra di un 1,1 benigno e di dimensioni invariate da 8 mesi), posso stare tranquilla su quanto mi ha detto la senologa o sono necessarie ulteriori indagini?
La ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà darmi.
Le auguro una buona giornata. A presto.

[#9] dopo  
Utente 332XXX

Buona sera dott. Catania,
mi scusi se ancora la disturbo, volevo dirle che ho fatto analizzare tramite esame citologico anche la secrezione verdina del capezzolo sinistro e la dignosi è stata la seguente: "Gli strisci esaminati sono costituiti da tenue sostanza di fondo sierosa e da elmenti epiteliali anucleati".
Il mio senologo mi ha detto che posso stare tranquillissima e che non è assolutamente nulla.
Solo che se strizzo il capezzolo ancora mi esce il liquido verdino.
Posso davvero stare tranquilla oppure è meglio indagare ulterirmente?
é possibile che questo liquido vrdino fuoriesca a causa di una piccola cisti lipoide di 7 mm che mi si è formata dopo l'intervento al seno?
anche perchè non pare che io non abbia patologie particolari a parte la mastopatia ibrocistica e una lievissima dilatazione dei dotti galattofori.
Mi scusi ma non sono tranquilla.. forse è solo suggestione ma purtroppo su internet ho letto tante cose brutte. Diagnosi sbagliate, sintomi sottovalutati e quant'altro..
Lei cosa farebbe se fossi una sua parente?
mi direbbe di fare uleriori analisi o no?
la prego di rispondermi.
Grazie tante per la gentilezza e buona serata :)

[#10] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non farei per il momento nulla.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#11] dopo  
Utente 332XXX

Grazie tante! Gentilissimo come sempre
Buona giornata e buon lavoro! :)