Utente 333XXX
Buongiorno,
premetto che ho familiarità per tumore al seno (mia madre l'anno scorso, 55 anni, curata con quadrectomia e radioterapia).
Ho 27 anni e da tempo problemi con il capezzolo sx, da quel che ricordo sempre stato retratto (in modo reversibile) e dal quale fuoriesce una secrezione bianca/giallina provocata; a volte, non so se per lo "strizzamento", le secrezioni sono terminate con un po' di sangue. Anche dagli altri pori e anche nell'altro capezzolo avverto secrezioni, ma in quantità inferiore e di colorazione diversa, sul bianco/trasparente La prima visita risale ad inizio 2012, la secrezione non si è verificata e la diagnosi è stata "displasia fibronodulare". Sono seguite altre 2 visite (l'ultima a nov 2013), in cui il senologo ha avuto modo di vedere la secrezione (descitta come sierosa) ma non ha richiesto ulteriori indagini. A dic 2013 avverto dolore, sempre al capezzolo sx e mi accorgo di una sorta di nodulo nei pressi del capezzolo (dove prima avvertivo un tubicino); si è rimpicciolito molto usando Gentalyn Beta, ma poi si è ripresentato. Cosa potrebbe essere? Ho appuntamento sett prox con un altro senologo, sono molto preoccupata.
Mi scuso per la lunghezza del mess e vi ringrazio dell'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' probabile che la sintomatologia sia legata allo stato di introflessione del capezzolo re quindi NULLA di preoccupante in senso oncologico, ma comprenderà bene che solo con la visita se ne può avere una conferma.

Oltre ai controlli (= Prevenzione Secondaria) in ragione della familiarità mi preme raccomandarle quella Primaria


PREVENZIONE PRIMARIA (= stile di vita)
(Alimentazione + attività fisica)
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/2253/FERMI-TUTTI-La-dieta-a
http://www.senosalvo.com/terapia_metronomica.htm
http://www.senosalvo.com/tutti_abbiamo_un_tumore.htm
http://www.senosalvo.com/vero_falso_dieta.htm
https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/90/L-attivita-fisica-riduce

Tanti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 333XXX

Gentile Dottore,

ho appena fatto la visita e l'ecografia dal senologo.
La diagnosi è: dilatazione cistica dei dotti in retroareolare sx.
In ecografia si vede una striscia nera, allungata, di 7,4 mm; come immagine è tranquillizzante o no?
Il senologo ha proposto di fare un ago aspirato; se l'esito è completamente "pulito" di tenere solo monitorata la situazione; altrimenti di rimuovere questo nodulo poiché ci potrebbero essere dei polipetti/papillomi, anche come causa delle secrezioni.
Lei cosa ne pensa?
Grazie dell'attenzione.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Faccia l'agobiopsia allora.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 333XXX

Buongiorno dottore,
grazie della risposta. Il fatto che il senologo abbia proposto un ago-aspirato è condivisibile? vuol dire che potrebbe essere anche qualcosa di "brutto"? L'immagine in ecografia è preoccupante? Scusi delle tante domande, vorrei solo sentire altri pareri...

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gli agoaspirati si fanno quando c'è un dubbio e quindi anche per lesioni che poi risulteranno benigne.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 333XXX

Gentile Dottore,
ecco l'esito del citologico:
"Si esaminano 2 vetrini già allestiti. Campione con contaminazione ematica in cui si osservano rare cellule epiteliali benigne, cellule linfo-granulocitarie ed istiociti giganti plurinucleati (flogosi granulomatosa?)."
Il senologo dice trattasi di infiammazione (ma non mi ha dato cura) e consiglia controllo clinico a 3 mesi con ecografia; in caso di qualunque vaiazione di anticipare il tutto.
Avrei alcune domande.
La contaminazione ematica può "invalidare" l'esito? può essere che il sangue era dentro il "nodulo" (e non provocato dall'ago-aspirato)?
Come mai un controllo così ravvicinato? c'è qualche elemento di sospetto nell'esito?
Perché non vedo nessuna classificazione (C1/C5)?
Aggiungo che il nodulo non è più doloroso e sembra molto assottigliatosi.
Grazie infinite per l'attenzione, per il servizio e per l'eventuale risposta.