Utente 345XXX
Buongiorno, ho 52 anni, l'altro ieri ho notato la retrazione del capezzolo del seno sinistro, alla palpazione il seno si mostra con una 'striscia larga qualche centimetro' nella parte inferiore, più dura rispetto alle zone circostanti. Ho il seno molto grosso, posso solo precisare che, alla palpazione, risulta molto diverso dal solito e dal destro. Fino a l'altro ieri non ho avvertito nulla di diverso. La notte precedente la retrazione ho avuto dolori lancinanti che mi attraversavano il torace nella zona subito sopra il seno sinistro (solo placati con antidolorifici). Non ho mai effettuato screening di controllo perciò, recatami ieri dal medico, mi è stata prenotata una mammografia urgente che farò il prossimo 13 maggio. Facendo due conti fra tre settimane si potrà contare su una qualche ipotesi di diagnosi.
La mia domanda è: se è successo tutto così rapidamente, o meglio, se c'é una rapida evoluzione di 'qualunque cosa sia' non sarebbe utile accelerare i tempi magari rivolgendomi a qualche struttura privata?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non si può aggiungere ovviamente alcun contributo senza una visita, ma da quanto scrive sarei ottimista senz'altro.

Una retrazione neoplastica è molto lenta e asintomatica e se il fenomeno è preceduto da dolori come nel suo caso è suggestivo pensare ad un fenomeno infiammatorio di galattoforite.

Ovviamente l'approfondimento è necessario

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 345XXX

Grazie mille per l'attenzione. Aspetterò fiduciosa il tempo necessario per le indagini. Le farò sicuramente sapere... con la speranza che le sue parole siano profetiche.
Grazie ancora
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Aspetti fiduciosa.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#4] dopo  
Utente 345XXX

Buongiorno,
Scusi il disturbo.
Il giorno 13 maggio u.s. Mi sono recata presso il presidio ospedaliero della mia zona per la mammografia, contestualmente è stato deciso di sottopormi a visita senologica, ecografia e, nel caso fossi stata disponibile ( e lo sono stata) ad agoaspirato.
Sono in attesa dei risultati di tutte queste indagini.
Ma la situazione si sta rapidamente evolvendo: c'è un enorme e bruttissimo livido su tutta la suoerficie della mammella ( e questo non mi preoccupa, il dolore credo sia dovuto all'ematoma), ma il seno sinistro sta modificandosi nella forma in maniera evidente, l'indurimento generalizzato che anche il medico avvertiva si sta trasformando in un ammasso più definito nella parte inferiore ( avverto come un 'salsicciotto' di circa 6 cm di lunghezza, tre di diametro, posto trasversalmente). È comparsa un'ulcerazione sotto il seno, di circa un cm. e , ripeto, adesso oltre al capezzolo retratto, c'è una evidente asimmetria tra i due seni.
Questa mattina ho prenotato una ecografia presso una struttura privata della mia zona che farò domani mattina.
Mi chiedo: i risultati degli esami del 13 u.s. non saranno pronti fino ai primi di giugno... pensa che posso attendere o devo muovermi diversamente?
Grazie per l'attenzione

[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non saprei cosa rispondere senza una visita.

L'asimmetria può essere senz'altro incrementata dalla presenza dell'ematoma se questo è esteso.
Troppo rapidi i segni per poterli riferire al nodulo di base e quindi mi tranquillizzerei un po', ma ripeto a distanza è difficile apportare il contributo che si aspetterebbe.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#6] dopo  
Utente 345XXX

Buonasera,
Oggi pomeriggio ho ricevuto la diagnosi che ha evidenziato una situazione piuttosto seria:
CARCINOMA DUTTALE, NOS, SOLIDO-TUBULO-ACINARE INFILTRANTE IN STROMA FIBROSO E ADIPOSO IN TUTTI I FRUSTOLI PER CIRCA L'80%. PRESENZA DI INFILTRATI LINFOMONOCITARI E DI ANGIOINVASIVITÀ. B5b.
("Asimmetria di densità nel quadrante superiore intermedio, U4, R4")
SNOMED: T-040000 M -85003
E-CADERINA Esito: +
ESTROGENI Esito: -
PROGESTINICI Esito: -
KI67 Esito: 60%
HER-2 (HERCEP TEST) Esito: Negativo, Score 2+ (si richiede amplificazione genica all' An.Pat. di ospedale sede universitaria)

La mammografia riportava:
Addensamento asimmetrico palpabile:
area segmentaria che si estende sino alla regione areolare.

All'esame ecografico: ecostruttura disomogenea in area di mm80x40

Alla visita: no adenopatie palpabili

Tutto ciò per tenerla informata degli esiti.
Abbiamo fissato tutta una serie di esami per valutare la stadiazione.
Poi stabiliremo l'approccio ...
Saluti

[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Grazie di avermi aggiornato.

Ora occorre occuparsi della malattia più grave ...la paura !

Provi a leggersi con calma

https://www.medicitalia.it/salvocatania/news/44/Come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno

Aspetti a trarre conclusioni catastrofiche

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com