Utente 383XXX
Buongiorno, ho 35 anni e lo scorso anno ho subito una linfadenectomia per un melanoma nella zona dell'emitorace sinistro. Il melanoma era Pt1a N0(i+), tutti gli altri linfonodi della linfadenectomia sono risultati negativi. Ad oggi, è passato più di un anno, non ho linfedema al braccio. Avverto però un senso di gonfiore al seno sinistro la cui pelle risulta molto più spessa rispetto alla cute del seno destro, è questo mi provoca un forte disagio. Come se non bastasse ho un seno molto grande per ma mia statura perché ho una sesta e sono alta un metro e sessanta ed ho un fisico minuto, con torace e sotto seno piccoli. Inoltre avverto dolori alla schiena, spalle e collo per questo motivo vorrei sottopormi ad un intervento di mastoplastica riduttiva. Nel mio caso specifico è consigliata? Potrei avere problemi per l'intervento di linfadenectomia subito? L'intervento dovrà essere a mie spese o a carico del servizio sanitario nazionale? Grazie in anticipo per la risposta che mi fornirete.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Nel suo caso solo con la visita è possibile rispondere alle sue domande attraverso una valutazione reale.

Non ci sono controindicazioni, con le dovute cautele, all'intervento e se c'è una patologia a carico del rachide (dovuta al peso delle mammelle) l'intervento è contemplato nell'ambito della assistenza del servizio nazionale.

Farei a tale scopo prima una visita ortopedica (con rilascio di un certificato) e poi con il chirurgo plastico.

Tanti saluti

Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dott. Catania e grazie mille per avermi risposto, già lo scorso anno le ho scritto sulle mie perplessità sul l'intervento di linfadenectomia per il mio melanoma e lei già allora mi rispose subito. Come da lei consigliato ho già fissato un appuntamento con un ortopedico. Aspetto quindi di fare la visita, immagino che l'ortopedico mi farà fare anche delle lastre. Una volta fatta la mastoplastica riduttiva, oltre alla riduzione del peso eccessivo delle mammelle, pensa che la cute del seno nella parte della linfadenectomia possa ritornare più sottile come prima? In base alla sua esperienza in genere che succede? Vorrei tanto fare questo intervento per avere un po' di sollievo, da quando ho fatto la linfadenectomia mi sento molto appesantita pur non avendo il linfedema. Mi dà molto fastidio il reggiseno sulle spalline, dove sento gravare tutto il peso, e sulle fasce laterali. Forse se il mio seno fosse stato più piccolo tanti fastidi non li avrei avuti nemmeno.

[#3] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera, ho fatto una rx colonna in Toto che presto porterò al l'ortopedico che riporta quanto segue:
1) Verticalizzazione cervicale
2) Presenza di alcuni osteofiti marginali a livello lombare
3) Spezi discali conservati
4) Atteggiamento scoliotico lombare dx convessa.
Mi sembra di capire che migliorando la postura i problemi alla colonna si dovrebbero risolvere, vorrei precisare che ho un seno molto grande per il mio fisico minuto.
Secondo un vostro parere medico potrei fare la riduzione al seno a carico del servizio sanitario oppure dovrei farlo privatamente? Grazie in anticipo per la consulenza medica.

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le ho già scritto che con la visita ortopedica dovrebbe usufruire del SSN
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 383XXX

Grazie di nuovo per la risposta dott. Catania. Appena mi sarà possibile prenderò appuntamento dall'ortopedico. Per ora sono alle prese con un secondo melanoma, ho preso l'istologico ieri perché 15 gg fa ho tolto un nevo che avevo da anni che è diventato nel giro di 5 mesi più scuro. Fortunatamente era 0,6 di spessore e me la sono cavata con il solo allargamento dei margini chirurgici ad un cm. Questo melanoma non mi dà un attimo di tregua. Che ne pensa di questa cosa? Mi dovrei preoccupare?

[#6] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive...NO
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#7] dopo  
Utente 383XXX

Grazie di nuovo per la rapidissima risposta Dott. Catania.
Cordiali saluti.

[#8] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Di nulla
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#9] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dott. Catania, ho fatto la visita dall'ortopedico presentando la rx al torace ed esponendo la mia situazione ovvero i dolori alla schiena ed il mio secondo melanoma. L'ortopedico mi ha consigliato di fare un plantare e della ginnastica posturale consigliandomi di valutare in un secondo momento la possibilità di fare una mastoplastica. Mi ha consigliato di praticare sport e vista la mia giovane età ( ho 35anni) valutare più in là questa cosa. Mi ha detto che non vorrebbe, visto che ho fatto la linfadenectomia, che questo possa provocarmi problemi tipo linfedema o altro e che è già una fortuna che io non abbia avuto tale problema. Lei da chirurgo cosa mi consiglia? Rischio veramente di provocarmi un linfedema facendo una mastoplastica riduttiva? Io in realtà vorrei solo alleggerirmi di un peso e non crearmi un ulteriore problema. L'ortopedico diciamo mi ha detto in pratica di aspettare e valutare più in là e più serenamente questa cosa.