Utente 437XXX
buonasera dottori, a mia mamma un anno fa è stato dignosticato un tumore ql collo dell'utero risolto tutto con chemio e brachiterapia, grazie alla PET è stata individuata una lesione mammaria e tra qualche mese sarà operata, io ho 21 anni e vorrei assumere la pillola ma leggendo su internet ho capito che può aumentare il rischio di tumore al seno; dato che mia mamma è la sconda malata di tumore al seno nella famigla (sorella di mia nonna al capezzolo) credo di avere una certa familiarità e vorrei sapere se è vero che aumenta il rischio o se in alternativa posso ricorrere ad altri metodi anticoncezionali.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
L'incremento del rischio e' modesto , ma occorrerebbe saperne di piu' per poterla inquadrare in un effettivo rischio familiare.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 437XXX

mia mamma ha 49 anni mentre alla sorella di mia nonna è stato diagnosticato 10 anni fa quando aveva 70 anni ed è attualmente in vita. Tumori entrambi monolaterali, quello di mia mamma risulta positivo agli ormoni (progesterone) infatti sta assumendo pillola ormonale fino a quando non verrà operata ( tra qualche mese). Non ci sono altri casi in famiglia ( nessun'altra sorella di mia nonna e nemmeno mia nonna che ha 75 anni). Mia mamma non ha sorelle.

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ovviamente il caso della mamma insorto prima dei 50 anni e' piu' importante.

I rischi possono comunque essere ridotti con le raccomandazioni di PREVENZIONE PRIMARIA

(alimentazione + attivita' fisica)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com