Utente 223XXX
Gentili Dottori ho 39 anni e da anni convivo con un'anemia sideropenica a causa di flusso mestruale abbondante (ho un paio di miomi intramurali di cui il più grande è di 3 cm e non so se la causa sia quella). I vari medici, nel tempo, non mi hanno mai consigliato di prendere la pillola anticoncezionale allo scopo di diminuire il flusso, in primis il mio medico curante che piuttosto consigliava integrazione o flebo di ferro fino all'età della menopausa. Le flebo non le ho mai volute fare e non tollero il ferro in pillole (ne ho provati tanti e quello che non mi procura troppi problemi è solo il "sideral forte" che però è costoso e dalle analisi non da' grossi risultati). Poco più di un mese fa il ginecologo nuovo che ho consultato in occasione del pap-test di routine, mi ha prescritto tranquillamente la pillola "Klaira" come soluzione al flusso abbondante e alla sindrome premestruale dopo aver verificato dalla visita e dalle mie ultime analisi che non ho colesterolo alto, ipertensione, diabete, mutazioni del fattore V di L., o altri fattori di rischio. Ho iniziato l'assunzione e tutto andava bene a parte maggiore tensione al seno. Ieri sono andata a fare un'eco di controllo al seno dopo che ad agosto, dalla precedente eco di controllo risultavano due cisti ed una "formazione focale". il tecnico che mi ha fatto l'eco ieri mi ha detto che la formazione focale non si è ingrandita ma che ho un seno a struttura fibroghiandolare (risultante anche dalle eco precedenti) per cui dovrei non solo sottopormi ad eco ogni 6 mesi più mammografia da gennaio (che compio 40 anni) ma che dovrei valutare meglio col ginecologo se sia opportuno prendere questa pillola. Premetto che nella famiglia di mia madre (piena di donne) nessuno si è mai ammalato di tumori di nessun tipo e che anche mia madre 72enne ha il seno come il mio (struttura fibroghiandolare). Venendo al dunque vi domando: è controindicato prendere la pillola con un seno come il mio? (secondo il tecnico dell'ecografia sì). Io non ho gli strumenti di conoscenza per valutare il rapporto rischio beneficio.. So solo che il flusso abbondante e la sindrome premestruale (non dolori ma malesseri vari) mi butta molto giù. Devo aggirare il problema dell'anemia col ferro? Convincermi a fare flebo?
Attendo vostri riscontri
Scrivo esito referto: regolare spessore e profilo del piano adiposo preghiandolare. Mammelle a struttura fibroghiandolare con echi stipati di tipo adenosico. Rilievo di una formazione focale al QSE della mammella sin. a morfologia ovolare a contorni regolari e struttura ipoecogena delle dimensioni di 8x4mm ascrivibile verosimilmente ad un fibroadenoma. Sempre a sin. si associa una cisti al QSI del dm di 6 mm. Non vi è dilatazione dei gotti galattofori bilateralmente. SI raccomanda controllo mammografico annuale ed ecografico semestrale.
Grazie a quanti vorranno rispondere

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Lei non presenta un rischio elevato dalle informazioni fornite e pertanto se l'obiettivo del trattamento e' importante le perplessita' riguardo all'assunzione della pillola nel suo caso mi sembrano eccessive.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com