Utente
Ottantenne in buona salute, sono stato colpito, a gennaio 2020, da herpes zoster oftalmico sx e successivamente dalla nevralgia post erpetica, che ho tuttora.

La sintomatologia è quella classica:
ipersensibilità del frontale e orbitale sx
Dolore, maggiore nelle ore serali.

fotofobia (per cui devo portare occhiali)
atroce prurito soprattutto notturno.

Le terminazioni nervose dolorose sono, fondamentalmente, due: la prima sopraciliare che, nei momenti di acme, coinvolge la palpebra, l'angolo interno dell'occhio e scende giù per il naso; la seconda batte sull'angolo esterno dell'occhio.

Le terapie prescritte sono state, all'inizio, il lyrica ed attualmente il gapabendin, ambedue con risultati insoddisfacenti.

Un mio compagno di università, oculista, mi ha parlato della scrambler therapy.

Poiché sono entrato nel decimo mese e vorrei riprendere a vivere una vita normale (anche se so che è difficile alla mia età) pensate che possa andare bene per il mio problema?

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
il quesito che lei pone è interessante e le rispondo dal mio punto di vista personale, essendo da anni coinvolto nel trattamento del dolore cronico. I farmaci che lei sta utilizzando sono anti-epilettici che noi adoperiamo con criterio off-label in quanto hanno mostrato efficacia nella cura del dolore neuropatico. Se l'effetto terapeutico, come lei riferisce, è insoddisfacente potrebbe essere testata qualche diversa associazione da parte del neurologo che la tiene in cura. Se ciononostante la terapia continua ad essere inefficace, si potrebbe prendere in considerazione la Scrambler Therapy che rappresenta un metodo innovativo di trattamento del dolore, ideato da un ricercatore italiano. Il criterio che sostiene questa terapia consiste nel ridurre, attraverso gli stimoli elettrici, l'afferenza al cervello dei segnali algo-sensitivi. La mia unica remora non è basata tanto sulla efficacia di questa metodica ma sul fatto di essere troppo "operatore-dipendente" nell'ideare stratagemmi di posizionamento degli elettrodi, diversi da caso a caso. Tuttavia, extrema ratio potrebbe valere la pena di provare.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per il consulto esaustivo. ho compreso bene ma l'esito della scrambler dpende dalla giusta posizione degli elettrodi ? buona domenica

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Ha afferrato perfettamente, è proprio così.
La ringrazio della cortese recensione ed auguro anche a lei una buona domenica.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it