Testicolo dx dolente

Buongiorno, è ormai più di un mese che avverto dolore al testicolo destro. premetto che dopo aver avvertito il dolore ho eseguito un ecocolor doppler nel quale mi è stato diagnosticato un leggero varicocele sinistro. Nella stssa eco si leggeva che si vedeva un leggero ispessimento all'epididimo destro, segno di una possibile flogosi.
l' urologo mi ha fatto fare levoxacin per 10 giorni, e il dolore sembrava essesi leggermente attenuato, ma non passato del tutto; cosi ho fatto una spermiocoltura risultata positiva a flora batterica mista gram+ con concentrazione tra 10000 e 25000 UFC/ml. L' urologo era un po' scettico sul fatto che questa infezione potesse essere causa del dolore, ma a scanso di equivoci mi ha prescritto una cura con Klacid 500 e NUMESULIDE. Ora proprio in concomitanza con l'inizio della cura
il dolore è tornato ad essere ancora più fastidioso e dopo quattro giorni non accenna a diminuire.
Alcune domande:
1) l'urologo mi ha detto che un'analisi completa dell'urina e urinocoltura possono aggiungere poco alla spermiocoltura, è così?
2) l' urologo sostiene che il varicocele non è la causa del dolore, perché il varicocele non dà dolore: è vero?
3)Potrebbe essere utile fare un'ecografia prostatica?
4) Come pensate dovrei proseguire? E' corretto l'iter seguito dal mio urologo?
grazie
[#1]
Dr. Giuseppe Quarto Urologo, Andrologo 7k 172 12
caro utente lei ha avuto probabilemte una prostatite con epididimite, le consiglio di continuare a seguire i consigli del suo urologo

Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com

[#2]
Dr. Roberto Mallus Urologo 5,5k 107 4
Anch'io concordo che è bene che continui a seguire i consigli del collega che la ha in cura.
Cordiali saluti

Dott.Roberto Mallus

[#3]
Dr. Daniele Masala Urologo, Andrologo 2,3k 52
La cosa migliore in questi casi è cercare di avere pazienza trattandosi di una problematica non sempre facilmente eradivcabile (prostatite) e soprattutto di seguire i consigli e le prescrizioni del suo urologo curante.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.

Cordiali saluti,
dott. Daniele Masala.
Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli
Perfezionato in Andrologia

[#4]
dopo
Utente
Utente
grazie a tutti per le risposte. Volevo solo dire che per lavoro sono costretto a stare seduto tutta la giornata, e mi sembra che questo peggiori la situazione, infatti la mattina appena alzato il dolore è appena presente mentre la sera è più forte. è tutto questo plausibile con l'ipotesi di epididimite e prostatite?

Un altra cosa: durante la masturbazione, qualche volta, il mio pene è troppo secco e si spella nelle vicinanze e sul glande. Potrebbe essere questo dovuto alla presenza di un batterio?

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa