Utente cancellato
Credo di avere un ostruzione dei dotti eiaculatori, ad ogni eiaculazione fuoriesce solo qualche goccia molto liquida (liquido prostatico?) e manca completamente la parte piu` densa dello sperma.
Ogni eiaculazione mi crea una sorta di congestione prostatica...questo vuol dire che non potro` mai piu` avere rapporti sessuali?
I problemi di congestione li avro` comunque per via delle mancate polluzioni notturne?

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

mi sembra che si stia mettendo in una mostruosa spirale di paure e di ipotesi patologiche non realistiche e tutte ancora da eventualmente verificare.

Tranquillo ed ora senta o risenta il suo andrologo di riferimento.

Ha fatto, in ambiente dedicato, almeno un esame completo del suo liquido seminale con eventuale valutazione colturale?

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
332127

dal 2014
Purtroppo il periodo di feste non me l'ha permesso...
Domani mattina contattero' subito un andrologo per fissare un appuntamento.

I miei sintomi pero' non sembrano lasciare dubbi:
All'improvviso ho notato che al momento dell'orgasmo uscivano solo poche goccie di un liquido molto trasparente e liquido, senza alcuna traccia della componente piu' densa dello sperma.
Dopo 2/3 tentativi ho iniziato ad aver dolore e son andato al pronto soccorso dove mi han fatto solamente un controllo rettale con il dito e diagnosticato una prostatite.
Mi pare evidente che l'uscita dello sperma dalla prostata sia in qualche modo bloccato, e questo abbia causato congestione dopo i miei tentativi di eiaculazione.

In questi giorni, vista l'impossibilita' di contattare un urologo mi son documentato su internet anche riguardo eventuali soluzioni.
Ho trovato l'intervento ”TURED”, che sembra pero' portare parecchi problemi....
Ormai sto cercando di rassegnarmi, anche se ho intenzione di fare tutti gli accertamenti che mi suggerira' l'urologo...

Lei non sa darmi indicazioni riguardo al mio quesito?
Se dovessi rinunciare alle eiaculazioni per tutta la vita a cosa andrei in contro considerando l'impossibilita' di decongestionare la prostata con le polluzioni notturne?
Cioe', insomma, chi ha problemi di questo tipo risolve attraverso farmaci da assumere tutta la vita per decongestionare la prostata o cos'altro....?

[#3] dopo  
332127

dal 2014
Ho fissato un appuntamento da un urologo per questo sabato, per ora al telefono mi ha detto di prolungare la cura per la prostatite.

[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sentire ora, senza inutili drammi, l'andrologo o l'urologo di riferimento e poi ci risentiamo.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
332127

dal 2014
La ringrazio, le faro' sapere gli esiti della visita.
Secondo lei quindi potrebbe anche trattarsi di un problema momentaneo e curabile farmologicamente?
Lo so che senza accertamenti nulla si puo' dire, ma le speranze possono esserci considerando i sintomi...?

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo ma non metta mai il carro davanti ai buoi; alla sua età generalmente l'approccio terapeutico, per risolvere questi problemi, non è mai di tipo chirurgico.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
332127

dal 2014
Oggi son stato dall`urologo, mi ha fatto un ecografia vescicale e l`esplorazione rettale con il dito...ha detto che secondo lui si tratta di una prostatite, e che la cura che sto facendo mi sta indirizzando verso le guarigione.
Mi ha detto di terminare la cura e fra un mese fare uno spermiogramma per vedere se son presenti batteri...

Purtroppo non so per niente tranquillo, avrei voluto che mi facesse un ecografia transrettale per poter analizzare meglio la situazione.

Questa sera tra l`altro, un po` sperando in miglioramenti, un po` perche` non ce la facevo piu` a sopportare l`astinenza, mi son masturbato e non ho notato ancora alcun miglioramento...(e sicuramente avro` peggiorato ancora la situazione..)

Lei cosa ne pensa...?

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Mi sembra che lei stia entrando in una spirale di ansie e paure che non aiutano mai a risolvere questo tipo di patologie.

Segua ora, senza drammatizzare troppo, le indicazioni datele in diretta dal suo urologo.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
332127

dal 2014
Ha ragione, purtroppo sono una persona molto ansiosa...
cerchero` di tranquillizzarmi e di provare ad aspettare ancora questo mese...

Secondo Lei puo` far male provare ad eiaculare ogni tanto? (ogni 7/10 giorni magari)
Mi conviene cercare di non provare per un intero mese?

Volevo inoltre chiederle se un ora di corsa al giorno, in questo periodo, possa essere in qualche modo nociva.

La ringrazio per la disponibilita`.

[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

eiaculare con regolarità, "ogni tanto", non ha alcuna controindicazione anzi...; infine fare dell'esercizio fisico non è assolutamente "nocivo".

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#11] dopo  
332127

dal 2014
Eiaculare...riuscissi a fare uscire lo sperma...
Invece nemmeno ieri e' uscito e oggi sto peggio di prima...

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se questo problema clinico permane bisogna sempre risentire in diretta il suo andrologo od urologo.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
332127

dal 2014
domani effettuero` un ecografia transrettale, e` necessario presentarsi a vescica piena oppure no? mi han detto solo di fare un microclisma...

[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Generalmente quando si fa una valutazione trans-rettale della loggia prostatica non è necessario avere la vescica piena ma, in questi casi, l'informazione ultima la dà sempre il clinico che deve svolgere l'indagine; chieda a lui chiarimenti diretti al riguardo.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#15] dopo  
332127

dal 2014
Ho appena eseguito l`ecografia con i seguenti esiti:

Non valutabile la vescica per mancata distensione.
Prostata di 42.5mm (diam.trasv.) x 40mm (diam. C-C) x 31.5mm, con qualche puntiforme e millimetrica calcificazione parenchimale e periuretrale possibile esito di pregressi fatti flogistici.
Porzione periferica della ghiandola omogena nella quale al contrllo odierno non si evidenziano immagini nodulari ne` ecograficamente riconoscibili aree di aspetto flogistico.
Vescichette seminali di dimensioni nei limiti prive al controllo odierno di riconoscibili formazioni nodulari.

Cosa ne pensa?

[#16] dopo  
332127

dal 2014
vorrei aggiungere che ho notato una cosa "strana" o che cmq non mi era mai successa fin ora...durante l`erezione il meato uretrale(?) risulta dilatato, aperto! mentre prima non mi era mai successo..a cosa potrebbe essere dovuto? :/

[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il quadro ecografico, da lei riferito, è tranquillizzante.

Sull'ultimo sintomo, sempre da lei riferito, invece questo ha una tale aspecificità che, se non valutato in diretta, poco le possiamo dire da questa angolazione.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#18] dopo  
332127

dal 2014
Dai risultati dell'ecografia concorda con il mio urologo sul fatto che potrebbe trattarsi di prostatite? Nonostante non noti miglioramenti per quanto riguarda la quantita' e la densita' dello sperma?
Mi consiglia di fare ulterioro esami o l'indicazione del mio urologo di continuare ancora un paio di settimane con permixon e florberry e tra una ventina di giorni provare a fare uno spermiogramma puo' andar bene?
Il mio sintomo secondo lei non puo' essere dovuto alle cicatrici prostatiche?

[#19] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo di una prostatite pregressa, si parla infatti di "qualche puntiforme e millimetrica calcificazione parenchimale e periuretrale possibile esito di pregressi fatti flogistici".

Segua ora le indicazioni ricevute dal suo urologo.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#20] dopo  
332127

dal 2014
crede che il problema sia causato da una stenosi dell`uretra?
non vedo altre cause possibili...
dovro` quindi operarmi?

[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da questa postazione, senza altre indagini e soprattutto senza una valutazione diretta del suo quadro clinico, nessuna diagnosi può essere correttamente ipotizzata.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#22] dopo  
332127

dal 2014
ad un mese dall`ultima visita urologica ho notato un leggero miglioramento, con una scarsa quantita` di sperma durante l`eiaculazione e che inizia a sembrare un po` meno liquido rispetto a prima.
ieri ho effettuato una spermiocoltura, e oggi mi hanno telefonato gia` per dirmi che non era presente alcun batterio.
purtroppo pero` ho un dubbio, quantita` di sperma che ho portato al centro di analisi era molto poca, poco piu` di una goccia...il test risulta attendibile lo stesso?

a questo punto il problema non si e` risolto del tutto, e non ho nemmeno un batterio da "combattere", cosa dovrei fare?
nel frattempo ho intenzione di prendere appuntamento con il mio urologo per la prossima settimana.

[#23] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

la sua decisione mi sembra saggia; senta quindi il suo urologo di fiducia e, se lui lo riterrà opportuno, bisogna poi eventualmente ripetere la valutazione colturale sul suo liquido seminale.

Ancora cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#24] dopo  
332127

dal 2014
L'urologo mi ha prescritto 12 giorni di bassado che ho appena concluso. Purtroppo pero' ancora nessun miglioramento, pochissimo sperma e un leggero dolore che si protrare per alcuni giorni dopo l'eiaculazione.
Io non so piu' cosa fare, dopo tutti questi mesi ricomincio a pensare che il mio problema non sia qualcosa di curabile con dei semplici farmaci e che dovro' rinunciare per sempre ad avere rapporti sessuali....sono disperato.

[#25] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La cosa da fare ora, senza mai drammatizzare troppo, è quella di risentire il suo medico di fiducia e poi in diretta anche il suo urologo di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#26] dopo  
332127

dal 2014
La ringrazio per la risposta, ma sono preoccupato, lei pensa che sia possibile si tratti "solo" di una prostatite nonostante la durata ormai di 3 mesi e i sintomi che ho riportato?
Il mio urologo non ritiene necessario fare ulteriori accerramenti e mi ha gia' detto che alla prossima visita se sara' il caso mi prescrivera' degli antinfiammatori...
Secondo lei posso stare tranquillo o dovrei insistere per fare ulteriori esami di accertamento?

[#27] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Da questa postazione, per le informazioni un pò confuse che ci invia e non avendo visto nulla in diretta, non possiamo che dirle di seguire le indicazioni del suo urologo.

Cordiali saluti.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com