Utente 360XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 32 anni. Durante una ecografia (eseguita per altri motivi), è stato riscontrato che la mia vescica "presenta parete un po' ispessita a livello del collo". L'ecografista mi disse di stare tranquillo, ma il mio medico, a suo dire per scrupolo, mi ha fatto eseguire un esame citologico delle urine.
Per tutti e 3 i campioni il referto riporta: "Materiale amorfo inglobante alcuni polimorfonucleati e isolati elementi epiteliali con alterazioni di tipo regressivo, esente da atipie. Non si evidenziano cellule neoplastiche."
Cosa significa?
Aggiungo che da più di 10 anni ho continui fastidi a livello del basso ventre e l'esigenza molto frequente di urinare; fastidi ai quali nessun esame precedente ha trovato una spiegazione e che sembrano molto legati a problemi di intolleranze alimentari che ho da poco tempo identificato. Un urologo a suo tempo mi disse che una eventuale infiammazione a livello del colon-retto di trasmette per contatto alle vie urinarie. E' vero? Cosa ne pensate?

Grazie infinite,
FM

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

corrette le osservazioni dell'urologo incontrato, anche la descrizione ecografica, da lei inviataci, non sembra indicarci nulla di serio e preciso come pure le ultime valutazioni citologiche effettuate sulle sue urine sembrano tranquillizzanti.

Detto questo comunque ora la rimandiamo dal suo urologo di fiducia per una valutazione clinica finale e più precisa.

Un cordiale saluto.





Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 360XXX

Gentile dott. Beretta,
grazie per il suo prezioso parere.
Prendo atto del fatto che l'esame citologico è negativo, ma se possibile e se ha il tempo di rispondere vorrei chiederle delle delucidazioni per capire di cosa parla il referto:
- cosa si intende per "materiale amorfo"?
- i polimorfonucleati sono dei globuli bianchi? presenza normale o segno di infiammazione?
- cosa sono "isolati elementi epiteliali con alterazioni di tipo regressivo"?

Ultima cosa: al momento dell'inserimento della domanda ho dimenticato di riportare un dato, ovvero l'esame delle urine riporta il valore di Urobilinogeno a 2,0mg/dL (normale 0 - 1,0). Cosa significa? Avevo già effettuato un esame delle urine in aprile e il valore era 0,2. Ogni altro esame effettuato recentemente (esami del sangue e ecografia completa dell'addome) è nella norma.

Grazie ancora a tutti e complimenti per l'ottimo servizio svolto da medicitalia.it.

FM

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

il materiale amorfo è un termine generico, mutuato dalla chimica, e in biologia si intende una sostanza fondamentale amorfa avente le proprietà di una soluzione colloidale molto viscosa o di un gel fluido con la capacità di legare quantità variabili di acqua; per i polimorfonucleati lei stesso li ha già correttamente definiti da ultimo per "isolati elementi epiteliali con alterazioni di tipo regressivo" si intendono cellule dell'epitelio che "stanno concludendo il loro ciclo vitale".

L'urobilinogeno è poi uno dei prodotti derivanti dalla degradazione dei globuli rossi invecchiati e danneggiati; questo elemento viene eliminato attraverso le urine.

Lei è ai limiti ma valori di urobilinogeno superiori ai 2,0 mg/dl possono essere in alcuni casi un campanello d'allarme per alcune patologie quali: anemia emolitica, presenza di ematomi oppure problemi al fegato ma qui ci fermiamo, non vorremmo che lei diventasse un ipocondriaco cronico come il famoso malato di Molière, e la rimandiamo subito al suo medico di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non mi sembra ci siano elementi per essere preoccupati relativamente al suo sistema urinario.
Potrebbe essere presente una sclerosi del collo vescicale, abbastanza frequente nei giovani, che potrebbe determinare disturbi della minzione
si affidi ad uno specialista urologo
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#5] dopo  
Utente 360XXX

Gentili dottori,
ancora grazie per le rassicurazioni.
Vi farò sapere, eventualmente, l'evolversi della situazione.

FM

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#7] dopo  
Utente 360XXX

Buongiorno,
come promesso vi aggiorno.
Il mio medico curante ha confermato che il citologico è buono, per cui mi ha detto solo di ripetere l'ecografia della vescica tra qualche mese per controllo.

Per quanto riguarda l'urobilinogeno mi ha prescritto i seguenti accertamenti:
- eco fegato (già eseguita però circa un mese fa e negativa, non l'ho ripetuta)
- esami del sangue (copio dal referto: BILIRUBINA, GAMMA-GLUTAMMIL-TRANSFERASI, FOSFATASI ALCALINA, ELETTROFORESI DELLE SIEROPROTEINE, TEMPO DI PROTROMBINA, TEMPO DI TROMBOPLASTINA PARZIALE)
- la ripetizione dell'esame delle urine

L'esame delle urine è negativo tranne che per il peso specifico leggermente elevato (1028, ma l'ho sempre avuto così). L'urobilinogeno è tornato a 0.2.

Negli esami del sangue è tutto nella norma eccetto:
BILIRUBINA TOTALE 1,13 mg/dL [0,20 - 1,00] *
BILIRUBINA DIRETTA 0,41 mg/dL [< 0,40] *
BILIRUBINA INDIRETTA 0,72 mg/dL [0,20 - 0,80]

P-GAMMA-GLOBULINE 20,3 % [11,1 - 18,8] *
Commento: Ipergammaglobulinemia a carattere policlonale

So che l'argomento qui sarebbe fuori tema, ma vi chiedo se ritenete opportuno approfondire la questione. A me sembrano valori solo leggermente fuori soglia per cui non preoccupanti, ma attendo il vostro parere.

Grazie ancora,
FM

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

in effetti sono valori questi non allarmanti che non ci indicano nulla di significativo.

Continui comunque a monitorare la situazione con il suo medico di fiducia.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com