Utente 424XXX
Cari dottori. Abuso ancora della vostra pazienza per chiedere un consiglio. Premetto che sono un soggetto fortemente ipocondriaco, in cura con psicologo e psichiatra per.depressione, disturbo d'ansia e tendenza alla somatizzazione perché vivo nel terrore delle malattie. È un periodo di forte stress per trasloco, lavoro, cambio di.città e due lutti sotto i miei occhi a distanza ravvicinata. Ultimamente mi capita di urinare con frequenza. Una volta ogni ora e mezza in media..quantità variabile, colore sempre giallo normale, bruciore glande persistente esclusivamente post minzione con leggero fastidio lombare intermittente. In concomitanza ho episodi di.colon irritabile che secondo il medico sono la causa di questi problemi urinari. Anche di notte vado 2-3 volte in bagno, ma non so dirvi se urino perché dormo pochissimo e avverto lo stimolo o mi sveglio perché devo andare in bagno. È come se la vescica si riempisse rapidamente, poi quel bruciore al glande favorisce lo stimolo. Devo dire che la mia mente è totalmente concentrata sul problema e mi chiedo ogni minuto se devo andare in bagno. Non ho altri problemi, mangio regolarmente non sono stanco ne.dimagrito. intermittenti mioclonie o leggero prurito il medico li cataloga come somatizzazione. Le.chiedo per questi problemi urinari se effettivamente devo stare tranquillo o se faccio bene a temere malattie mortali come diabete e insufficienza renale. Il colore giallo chiaro dell'urina indica sempre buona salute? Per.completezza di informazione dico che assumo cipralex, ultimamente ho mangiato salato, ultimi controlli renali con analisi sangue, urine ed ecografia fatti a dicembre 2015 e che questo problema l'ho avuto 4-5 volte in passato, con regressione spontanea dopo qualche settimana. Quando lavo le mani o cambio gli slip sento un odore diverso dal.solito. anche questo è successo in passato. Grazie come sempre

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Di temibili "malattie mortali" nenche a parlarne ...
I suoi disturbi sono assolutamente tipici per una blanda iiritazione della prostata, molto spesso legata ad un intestino un poco ribelle. Il disturbo che percepisce al glande èirradiato lungo l'uretra, anche questa è una manifestazione molto frequente. Sopra tutto, il suo atteggiamnet psicologico, che lei stesso evidenzia così chiaramente , è in grado di amplificare enormemete la percezione di qualsiasi disturbo, e l'area uro-genitale è molto spesso il centro di queste attenzioni. Come probabilemnte avrà già compreso, per queste forme irritative non esistono cure assolutamente specifiche e lo stile di vita ha in genere più valore dell'assunzione di terapie prolungate dall'efficacia poco prevedibile. Tutto parte però da una attenta valutazione specialsitica urologica, cui le consigliamo comunque di sottoporsi.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 424XXX

Mi scuso se la ringrazio tardivamente per il tempo che mi ha dedicato. Ho effettuato una visita dal medico di base proprio stamattina e anche lui ha detto che sono fastidi che non passano in breve tempo e che incide molto la componente psicologica. Spesso mi capita di pensare se devo o meno andare in bagno e poco dopo avverto lo stimolo. Sto assumendo xanax e da quel momento di notte mi alzo Poco o nulla. Il prurito il medico lo collega a fattori di ansia, la minzione resta frequente con quantità dal modesto al normale e un colore giallo normale, senza più grosso bruciore. La ringrazio davvero di cuore per tutto e spero effettivamente di non avere nulla di grave

[#3] dopo  
Utente 424XXX

Dottore buon fine settimana e scusi se abuso della sua pazienza.. volevo aggiornarla.. l urina frequente prosegue, la media è una volta ogni ora... bruciore esclusivamente post minzione a giorni alterni.. urine gialle color birra, senza schiume e miglioramento di quell odore antipatico. Episodi alternanti di colon irritabile. Ho fatto un'altra visita dal medico di base che mi ha tranquillizzato sostenendo che ho colon gonfio e uno stato d ansia illimitato, tesi condivisa anche dallo psichiatra. Effettivamente durante la giornata penso di continuo a questa situazione, controllo i minuti che passano da una minzione all'altra, quanta urina esce(a volte poca, a volte abbastanza) , giro su internet leggendo sintomi delle malattie più serie. Il dottore mi ha fatto notare che da quando ho aumentato il dosaggio di xanax, la notte dormo e sto anche 5 ore senza urinare sostenendo che ci fossero serie cause organiche mi sveglierei spesso pur avendo assunto xanax. Ha detto che lo stato d ansia teoricamente può far durare questa sintomatologia per diverso tempo, idem un'infezione se non ben curata. Le chiedo se concorda e se effettivamente reputa infondato il terrore di diabete e soprattutto insufficienza renale grazie un abbraccio

[#4] dopo  
Utente 424XXX

Aggiungo che bevo pochissima acqua durante la giornata e ciò nonostante la minzione è frequente e a volte tocca i 120 ml per volta si

[#5] dopo  
Utente 424XXX

Caro dottore ci riprovo spero risponderà..la situazione dopo tre settimane è grossomodo la stessa, sintetizzo i sintomi
1)pipi ogni ora, colore giallo normale e spesso quantità scarsa
2)bruciore a giorni alterni esclusivamente dopo urinato
3)meteorismo e saltuari problemi colon
4)ansia, depressione, sporadici attacchi di panico

Con discreta frequenza noto che nel water dopo urinato si formano piccolissimi agglomerati di bollicine, veramente minuscole e spesso- ma non tutte- scoppiano da sole dopo qualche secondo. Ho consultato un altro medico di medicina generale che esclude cause renali attribuendo tutto ad una cistite acuta acuita dalla somatizzazione. Lui non ritiene utili analisi di laboratorio ne strumentali a prescindere dalla durata dei sintomi e non cambierebbe diagnosi nemmeno se ciproxin non facesse effetto. Le chiedo
1)concorda?
2)è vero che si parla di proteinuria solo con schiuma abbondante e assai evidente?
3)piccole bollicine nell urina possono derivare da cistite, stress o essere fenomeno fisiologico e non patologico?

Il terrore di insufficienza renale o tumori mi fa trascorrere le giornate a misurare urina o notare anomalie, colori ecc ecc.. grazie

[#6] dopo  
Utente 424XXX

Aggiungo una cosa importante. Da quando la sera assumo xanax la notte quasi non mi sveglio più per andare in bagno

[#7] dopo  
Utente 424XXX

Dottore buongiorno. Leggevo un articolo sul vostro sito che evidenziava che spesso una cistite che non passa nemmeno con antibiotico può nascondere un tumore alla vescica. Come le ho detto, ciproxin per tre giorni non mi ha fatto nulla.. ad oggi persiste stimolo urinario frequente, bruciore post minzione, colite. Migliorata leggermente solo la nicturia

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ci pare che nel suo caso la colite posa avere un ruolo essenziale, seppure indiretto, nella genesi dei disturbi. Il resto lo fa l'atteggiamento psicologico ansioso.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 424XXX

Dottore la ringrazio e chiedo scusa a lei e a tutti i medici del sito..so che sto abusando del vostro tempo e della vostra pazienza, so che non è corretto scrivervi con frequenza, ma sto vivendo male questa situazione. Quando ho letto l'articolo su possibile tumore se infezione non passa mi sono convinto di avere un tumore alla vescica. A quanto ho capito lei lo esclude, giusto? La ringrazio e mi scuso, sto pensando di cancellarmi dal sito perché mi rendo conto che il mio comportamento non è corretto

[#10] dopo  
Utente 424XXX

Dottore buongiorno e buona domenica delle palme. Ho deciso di cancellarmi dal sito, è diventata una dipendenza e non mi piace. Colgo l'occasione per ringraziare tutto lo staff di medicitalia per la pazienza e la competenza. Se sono stato assillante credetemi è perché il mio terrore è alle stelle. Faccio un'ultima domanda poi vi lascio in pace.Stanotte non ho potuto prendere le xanax. Non ho chiuso occhio nemmeno un minuto e ogni 45 minuti dovevo urinare anche senza bere..in totale ho fatto una decina di volte, con forte bruciore successivo. In base a questo crede che si confermi un problema anche ansioso o a questo punto c è da preoccuparsi? Temo il tumore alla vescica, non capisco come possa prodursi urina se non bevo.. in totale, salvo una minzione da 150 ml, tutte in.media da 50, con forte bruciore post minzione e sensazione precoce di vescica piena, talvolta con leggero fastidio addominale. Grazie e scusate per tutto

[#11] dopo  
Utente 424XXX

Dottore buongiorno e buona Pasqua a lei, alla sua famiglia e a tutti i medici del sito. Un urologo sostiene che io abbia una brutta prostatite, per iniziare mi ha dato una settimana di orudis dopo la quale farà visita ecografia. Non vuol sentire parlare di tumore vescica. La cura ha diminuito ad ora il bruciore post minzione al glande. Ma avverto sempre come una sorta di pressione all'interno del glande, mediamente ogni ora, che produce lo stimolo urinario. Crede possa esserci stenosi uretrale o residuo post minzione o rientra tutto nella prostatite? Grazie auguri

[#12] dopo  
Utente 424XXX

Secondo lei minzione frequente in quantità variabile soprattutto diurna, bruciore uretra glande post minzione, pressione uretra che da la sensazione di urinare possono essere sintomi di sclerosi collo vescicale o non c entra? Il getto urinario mi sembra normale

[#13] dopo  
Utente 424XXX

gentili dottori buonasera e scusate se sto usando questo spazio con frequenza, chi ha già risposto in passato sa che sono in cura da uno psichiatra e da una psicologa per attacchi di panico, disturbo d'ansia, depressione e frequenti somatizzazioni. Vengo a quanto mi sta rovinando la vita ultimamente: da 50 giorni urino con una certa frequenza, a volte anche dopo un'ora e con quantità variabili. Dai 150-180 ml a poche gocce, di colore giallo normale, raramente di odore diverso, con bruciore punta glande esclusivamente POST minzione che dura poi per diverse ore, saltuari problemi di colon irritabile, raramente fastidio lombare o zona anale. Il medico di base, un po' superficialmente, senza fare alcuna analisi mi ha prescritto ciproxin per 3 giorni senza risultato, un urologo soltanto ascoltando i sintomi ha parlato di prostatite e mi ha dato per iniziare orudis per una settimana. Unico risultato leggero calo del bruciore nei primi giorni, ma la sensazione di vescica piena resta e spesso sento come se la "pressione" derivasse direttamente dall'uretra. Settimana prossima farò visita ecografica, posso solo dire che dopo un colloquio con lo psichiatra per qualche ora è andata meglio, ma il pensiero è fisso e vivo praticamente su internet a caccia di autodiagnosi. Bevo pochissimo, sono leggermente in sovrappeso, secondo il medico, lo psichiatra e l'urologo ho una prostatite con sintomi accentuati dall'ansia. La sera, quando assumo xanax, riesco a dormire e di notte mi sveglio al massimo una volta. Mi preoccupa, però, la persistenza dei sintomi, ancor di più dopo che ho letto dell'esistenza di una malattia che si chiama sclerosi del collo vescicale. Vi chiedo in base alla vostra esperienza se da quanto descrivo è possibile questa patologia? Il flusso dell'urina a me sembra normale, quando vado in bagno non devo aspettare prima di iniziare la minzione, durante non mi brucia, ma dopo ho questo fastidio. E' vero che il bruciore POST minzione è sempre causa di questa problematica? L'ultima analisi urina gennaio 2016 perfetta, ultima ecografia vescicale gennaio 2015 per prostatite e la vescica stava bene. Sono terrorizzato, anche perchè ho letto che sono mali incurabili e che rovinano per sempre la vita. grazie PS tutto è iniziato in concomitanza con il trasloco e due lutti di fila e il giorno dell'inizio dei sintomi coincise con un pranzo abbondante, salato e un po' sregolato, diciamo così.