Utente 397XXX
Gentile Dottore,
Le scrivo per conto di mia madre ( anni 58, altezza 1.68 peso 50-55 kg) a cui la scorsa settimana, a seguito di dolori al lato sx del rene è stata consigliata un'ecografia ad addome completo. L'ecografista ha individuato in loco una massa circoscritta e circolare di 6mm X 5 sul lato sx del rene, ipotizzando un angimiolipoma. Quest'ultimo ha consigliato di fare una tac a contrasto, per la quale siamo in attesa del referto.
Può, già da un'ecografia escludersi qualunque brutta patologia? E' normale, e se si, per quali ragioni accusa ancora fastidio portandole stanchezza e senso di affaticamento?
Come può immaginare, sono in apprensione per la situazione e vorrei quantomeno avere una Sua risposta in modo da poter "rassicurare" sia lei che me.
La Ringrazio.
Buona serata

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'angiomiolipoma è un nodulo renale ai limiti tra malformazione congenita e tumore benigno. Per le sue caratteristiche molo tipiche è in genere facile da individuare all'ecografia. Comunque, se il radiologo ha dei dubbi, è lecito almeno per la prima volta, completare gli accertamenti con una TAC. In caso di conferma della diagnosi, come sarà molto probabile, la situazione potrà essere tenuta sotto controllo ripetendo l'ecografia ogni paio d'anni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 397XXX

Gent.mo dott. Piana,
Le confermo che l'esito della Tac sostiene quanto già ipotizzato dall'ecografia.
Cosi seguendo:
-Fegato di dimensioni modicamente aumentate, margini regolari e densità omogenea;
-vie biliari intra ed extra-epatiche non dilatate
-colecisti in sede con pareti regolari
-regolare calibro e opacizzazione dell'asse spleno-portale
-milza e surreni nei limiti
- Pancreas nei limiti, ipodenso
-Rene destro in sede, mofro-volumetricamente nei limiti con regolare capacità escretoria senza segni di stasi urinaria, centimetrica formazione ipodenza di aspetto cistico polare inferiore
Al polo superiore del rene sx, formazione espansiva vascolarizzata, rotondeggiante, apparentemente capsulata, del diametro massimo di 56mm, che si estende caudalmente a raggiungere il piano sopra equatoriale
La suddetta formazione, di verosimile natura etroplastica, mostra postero-medialmente contiguità con il muscolo psoas.
Indispensabile consulenza specialistica
Decorso retro-aortico della vena renale sinistra
Non significative tumefazioni linfonodali


Può cortesemente dirmi, alla luce di quanto scritto, se è necessario un'intervento chirurgico o si tratti di una patologia cosiddetta "brutta" e le sue relative implicazioni?
La Ringrazio anticipatamente

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Contrariamente alle ipotesi iniziali, la TAC dimostra la presenza che per aspetto e dimensioni non è riferibile all'angiomiolipoma precedetemente ipotizzato. Si tratta certamente di qualcosa che deve essere rimosso. Pe meglio giudicare le indicazioni operatve sarebbe indispensabile vedere le immagini, ma è abbastanza verosimile che la massa dotata apprentemente di capula possa essere rimossa senza sacificare il rene. Questi interventi vengono oggi brillantemente eseguiti in laparoscopia presso i centri di riferimento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 397XXX

Quindi ne esclude la natura benigna?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La certezza si avrà solo dall'esame istologico, comunque anche solo per le dimensioni, parrebbe tratttarsi di una massa che è opportuno rimuovere.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 397XXX

Certamente. Speriamo tutto vada per il meglio.
Posso invarLe, qui sul portale, tramite messaggio pvt le immagini?
Non può immaginare quanto una breve parola positiva possa risollevare il nostro umore.
La ringrazio ancora una volta per la Sua disponibilità e professionalità.

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Per ovvi motivi di sicurezza, non possiamo valutare immagini in questa sede.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 397XXX

Gentile dottore,
le scrivo per avere una sua rassicurazione. A seguito della visita dall'urologo è stata previsto l'intervento chirurgico con rimozione della massa e nel caso anche del rene interessato. Non è stata eseguita nessuna biopsia od altro, soltanto ecog. e tac. Può rassicurarmi che una volta operata non saranno necessari ulteriori interventi o sottoposizioni ad alcun tipo di trattamento?

[#9] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non ci sono i presupposti per prevedere la necessità di ulteriori terapie d'appoggio.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing