Utente 492XXX
Salve a tutti , A luglio 2016 mi sono sottoposto a un intervento di stenusi uretrale con grande difficoltà a eiaculare e urinare. Avevo un rene sotto sforzo perché non svuotavo mai la vescia totalmente e il getto dell urina era molto debole Quasi nullo , e avevo difficoltà a trattenermi e forte bruciore . Il dottore mi disse che a 27 anni avevo la prostata di un anziano . Dopo L intervento ,urino senza tanta forza di getto ma il getto e’ continuo , non ho bruciore ne quando urino ne quando eiaculo a differenza di prima dell intervento . Ma oggi a distanza di quasi due anni ho notato che non sempre ,ma mi capita a volte L eiaculazione retrograda. E che il getto e’ debole ma anche se continuo . C’è il rischio che mi debba rioperare di stenusi? E un altra domanda il rene non sarà più come sottosforzo visto che riesco a urinare molto meglio di prima ?

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
In presenza di una stenosi uretrale il rischio più concreto è quello della recidiva . E' fondamentale controllare periodicamente il flusso e rimanere in contatto con il medico che ha operato per evitare di dover fare un intervento d'urgenza . Cordiali saluti
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi