Utente 492XXX
Salve , sono un ragazzo di 22 anni operato lo scorso settembre di varicocele bilaterale, con la tecnica della legatura . Purtroppo in seguito a questo intervento ho sviluppato un idrocele localizzato nella parte sinistra dello scroto e 14 giorni fa sono stato operato .
Avrei due quesiti : - ad oggi sono due settimane dall'intervento e noto che il testicolo sinistro, dove è stata eseguita l'incisione, è ancora piu basso dell'altro e si nota ancora gonfiore; mediamente per ritornare ad una situazione fisiologica quanto ci vuole?
- ad oggi spesso noto che nella parte destra dello scroto, si nota spesso il "groviglio di vene" tipico del varicocele, ma chiedendo al mio urologo mi ha rassicurato dicendo che è normale che possa restare questa formazione. Per escludere una recidiva ho eseguito una ecografia e non ci sono riscontri patologici, allora a cosa è dovuta questa persistenza? Distinti saluti

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2000
LE VENE LEGATE RIMANGONO GONFIE , SE L'ECOGRAFIA NON EVIDENZIA RECIDIVA E I TESTICOLI SONO NELLA NORMA NON HA MOTIVO DI PREOCCUPARSI. CORDIALI SALUTI
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2] dopo  
Utente 492XXX

La rigrazio dottore, e invece per quanto riguarda l'ideocelectomia? Mi è stato detto che con la caduta dei punti si ha una guarigione della ferita e riequilibrio dell'altezza e del vulume dei due testicoli..conferma??