Utente 223XXX
Salve a tutti, ho ancora un voluminoso idrocele al testicolo sx, fatto più volte ecografia al testicolo ed è sempre risutlato idrocele come diagnosi. So che per rimuoverlo ci vuole un intervento chirurgico, ma al momento non sto tanto bene ed ho molta paura di conseguenze dell'intervento. Inoltre prendo 5 farmaci tra antidepressivi, umorali, ansiolitici. Volevo sapere posso proporre al mio urologo di eseguire la sclerotrapia per un sollievo duraturo fin quando non mi rimetto per l'intervento? CI sono rischi? Ha buone probabilità di successo? Vorrei solo un pò di sollievo perchè mi da fastidio fisicamente e mentalmente. Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

di che scleroterapia parla?

Il suo è un idrocele o un varicocele?

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica diretta rappresenta il solo strumento diagnostico per poterle dare poi eventualmente, quando possibile, un’indicazione terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 223XXX

Grazie per la risposta io ho l'idrocele non varicocele, ho visto che è possibile trattarlo con aspirazione più scleroterapia per evitare recidive. Volevo sapere se è una metodica più o meno affidabile al di là dell'intervento. Ovviamente non voglio che si risolva del tutto ma basti per un po' di sollievo soprattutto al livello psichico che mi crea l'idrocele al momento. Ho avuto una polmonite e mi sto ancora rimettendo e non posso ancora affrontare l'intervento. Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quella da lei indicata non è la strategia chirurgica di solito seguita ma, in alcuni casi particolari, come il suo, può essere comunque suggerita; segua sempre ora le indicazioni ricevute in diretta dal suo specialista di fiducia.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com