Utente 526XXX
Buongiorno a tutti,
Io il 14/02 sono stato sottoposto ad un intervento all'idrocele destro.
Come indicato dal mio urologo, sono stato a riposo, ho aspettato di guidare per 7 giorni, antibiotico per 10 giorni(ultimo giorno domani) e medicazione per 10 giorni(ultimo giorno domani.
A questo punto vorrei porre qualche quesito. Mercoledì 20/02 ad una settimana dall'operazione mi sono recato a fare un visita di controllo ed l'urologo a sottolineato il fatto che la ferita era in ordine, presentava solo un buchino aperto(quello del drenaggio) e che non presentavo segni di Epididimite. Da qualche giorno mi sono accorto però di un piccolo "bozzo" nella parte superiore del testicolo che mi provoca un piccolo fastidio anche nella parte basso-addominale. Ma oltre ad un fastidio non è nulla di che. Potrebbe trattarsi di Epididimite o è conseguenza degli ematomi post-operazione?
In fine volevo chiedere, siccome questo "buchino" sulla cicatrice non si è ancora cicatrizzato, per quanto devo continuare con la medicazione, devo prendere ancora gli antibiotici? C'è qualcosa che posso fare per far rimarginare la ferita? Anche perché settimana prossima devo tornare al lavoro e betadine, garze e cerotti costano un patrimonio.
Ringrazio in anticipo e mi scuso per la lunga domanda.
Buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il testicolo operato in genere manifesta un certo grado di rigonfiamente, che si stabilizza entro alcune settimane. Per quanto riguarda la ferita chirurgica, una minima deiscenza interessa solo gli strati più superficiali e non ha nessun significato. Anche qui, tutto si sitemerà con il tempo. Può dunque star sereno, continuando an indossare sempre mutande elastiche aderenti, anche durante il sonno, in modo le lo scroto stia sempre sollevato e più fermo possibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 526XXX

La ringrazio per la pronta risposta.
Siccome dovrei terminare oggi la medicazione con bedatine, garza e cerotto, ma noto sempre una certa quantità di sangue ogni mattina, posso utilizzare solo un cerotto o il continuare con il bedatine mi aiuterebbe a cicatrizzare la ferita più in fretta?
Nel caso volessi togliermi qualsiasi dubbio sia sulla ferita sia sul gonfiore, anche il medico di base può fornirmi delle risposte o ci vuole per forza un controllo dall'urologo?.
Per finire, se è solo una perdita superficiale di sangue come intende lei, posso lavarmi interamente o devo continuare a lavarmi a pezzi finché non vedo che la ferita non perde più?
La ringrazio.

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Può tranquillamente eseguire una normale igiene locale. Un minima secrezione di siero e sangue non ha nessun significato e andrà certaente a ridursi entro 1-2 settimane. In genere i medici di base sono piuttosto (e giustamente) ritrosi nel giudicare situazioni su cui non hanno esperienza. Dipende anche dal grado di confidenza che si intrattiene con il medico. Veda lei, comunque il controllo delo specialista sarà sempre più affidabile, posto che ve ne sia davvero la necessità.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing