Utente 434XXX
Salve a tutti... Il mio urologo mi ha prescritto Pelviprost (PEAPOL-m (PALMITOILETANOLAMIDE co-micronizzata con Polidatina) 440 mg + PALMITOILETANOLAMIDE ultramicronizzata 400 mg) per due mesi, 1 CP al giorno.
Potrei sapere a cosa serve e come agisce??
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Quali sono i suoi sintomi? Quali accertamenti ha già effettuato?
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 434XXX

Ho avuto nel 2016 una prostatite, poi a novembre 2017 di nuovo, ho fatto svariate visite, ecografie, RMN con contrasto, urinocoltura e spermiocoltura, esami del sangue..sentito più di un urologo. . Ho fatto l'ultima visita ieri, avevo sperma leggermente roseo, all'esplorazione rettale avevo il lobo sinistro dolorante al tatto(non so se si scrive così).
Inoltre sono in cura per emorroidi di 2 grado da 11 giorni (da uno specialista collega del mio urologo, quindi i due sono in contatto)

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Si tratta dunque di una irritazione / congestione prostatica a decorso prolungato, talora definita "prostatite subacuta". per il farmaco di cui ci parla è descritta un'azione sostanzialmente antidolorifica sui sintomi al basso addome e perineo tipici di queste manifestazioni. La sua efficacia è però variabile ed imprevedibile, da giudicare entro alcune settimane. Se non si ottiene il risultato atteso, è inutile insistere. Molto importante interessarsi anche delle emorroidi, poiché le due manifestazioni sono certamente e strettamente collegate.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 434XXX

Infatti si è parlato di Congestione pelvica.. L'atteggiamento dell'urologo, infatti, a differenza di altri non è stato quello di curare il sintomo (la prostata) ma di vedere il tutto nel suo insieme (infiammazione prostata ed emorroidi) andando ad agire sul piano pelvico. Se ho capito bene. Quello che non capisco è se la congestione pelvica provoca l'infiammazione della prostata oppure è l'infiammazione della prostata a provocare la congestione delle pelvi. Un po' come dire se è nato prima l'uovo o la gallina.

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La prima ipotesi è più verosimile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 434XXX

Dottore, grazie per la risposta. Quindi questo farmaco è per la congestione pelvica oppure esclusivamente per la prostata? Inoltre volevo chiedere una cosa, che ho dimenticato di chiedere al mio urologo.
Riguarda il glande, io lo sento freddo.. A volte ho la sensazione che sia freddo perché umido. La domanda è :il glande che temperatura ha(se ha una temperatura)? Può essere freddo?
Grazie

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il farmaco non ha azione diretta sulla congestione pelvica, ma solo teoricamente sulla percezione dei disagi ad essa correlati. La sensibilità genitale può essere alterata in queste situazioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing