Utente 463XXX
Buonasera,

ieri pomeriggio mi sono recato da un professionista urologo per una serie di problematiche che mi porto dietro da diverso tempo.

Due sono le domande che vorrei porre:

* Per via dell'inspessimento della cicatrice dovuta ad un intervento di circoncisione parziale effettuato anni fa, provo dolore nei rapporti, e la pelle del glande risulta spesso irritata e, come definita dal medico "malacica". Mi è stato suggerito un ulteriore intervento di circoncisione, stavolta pressoché totale, per rimuovere cicatrice e pelle malata. Però mi ha fatto presente il rischio che anche la cicatrice del secondo intervento, col tempo, crei problemi. Nonostante ciò ha consigliato l'intervento. Dal vostro punto di vista, è altrettanto consigliabile? Quant'è il rischio che il problema si ripresenti?
* Per un lieve disturbo alla prostata, mi ha consigliato assunzione di Levofloxacina 500mg associata a Topster. Ho letto però che con l'assunzione del primo farmaco, si rischiano tendiniti, se non rottura dei tendini, problema di cui ho già sofferto in passato. Vorrei sapere se esistono classi di farmaci alternative che non causano lo stesso rischio.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La valutazione diretta delle situazioni di cui ci riferisce è essenziale ed indispensabile, pertanto noi a distanza ben poco possiamo aggiungere a quanto il Collega ha espresso. Se lei sapeva di precedent disturbi ai tendini avrebbe fatto bene a segnalarlo in anticipo al Collega. Questo tipo di effetto collatera è possibile assumendo antibiotici della familia dei chinolonici, come appunto la levofloxacina. Noi non siamo in inea di massima favorevoli alla somminstrazione empirca di antibiotici per i disturbi prostatici e comunque a distanza non si può prescrivere alcunché. Pertanto, le consigliamo di ricontattare il Collega per una eventuale prescrizione alternativa, se ritenuta necessaria.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing