Utente 558XXX
Da circa 15 giorni accuso stimolo frequente a urinare, bruciore alla minzione e, a volte, tracce rosate sulla carta igienica dopo aver fatto pipì. Spesso mi capita di correre in bagno ma di fare solo poche gocce.
Sono andata dal medico di base che mi ha fatto fare esame urine e urinocoltura, il tutto con esiti negativi, dunque pare non si tratti di cistite. Ha solo rilevato un ph un po' alto (7, 5).
Il problema però non e' scomparso. So che può sembrare bizzarro, ma sono due volte che noto che si accentua dopo essere andata a correre: ho più bruciore e perdite rosa.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Se l’esame delle urine non presenta alterazioni significative e il disturbo si accentua con l’attività fisica potrebbe trattarsi di una irritazione vulvo-vaginale esterna, esacerbata dal passaggio dell’urina acida. D’ogni modo la situazione non é chiara, come primo passo riterremmo opportuna una attenta valutazione ginecologica. Se anche qui non si trovassero alterazioni, toccherebbe ad un nostro Collega specialista in urologia indirizzare un percorso diagnostico più approfondito sulla vescica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 558XXX

Grazie mille, dottore.
Farò sapere.