Utente 514XXX
Salve ho 31 anni.

In adolescenza ho sofferto di calcolosi renale sempre rene destro due volte, una volta
Mi è stato applicato anche il doppio jay all’età di 16 anni dal attuale primario di urologia dell’ospedale di negar.

Tuttavia ho Sempre sofferto successivamente negli anni di dolori alla bassa schiena all’inguine a volte mi sveglio due volte di notte per urinare, a volte ho un impellente bisogno di urinare, mi è anche capitato di avere lo sperma di consistenza grumosa solo una volta, questi dolori sono passeggeri alcuni mesi sto bene altri no, dipende.

Ho fatto tutte le analisi e sono tutte negative non evidenziano nessun problema.

Recentemente ho fatto una urestrocistoscopia:
uretra anteriore regolare.
uretra prostatica di circa2, 5 cm.
con lobi laterali lievemente ipertrofici, ricoperti da mucosa lievemente iperemica con microfrange di aspetto flogistico.
versante posteriore del collo un po' rialzato.
mucosa vescicale regolare di aspetto e colorito, priva di lesioni.
osti regolari e in sede.

Il mio urologo mi ha detto che non ho nulla ho una semplice congestione prostatica e devo curarla con serenoa repens e vivere la mia vita tranquillo e non stressarmi troppo.

Però l’uretrocistoscopia ha evidenziato il versante posteriore del collo vescicale un po’ rialzato non è forse così che si presenta la sclerosi del collo vescicale alle forme iniziali?! ?

Vorrei fare ulteriori accertamenti ma il mio urologo dice che non è necessario, con la serena repens sto meglio ma ogni tanto mi capita qualche doloretto e vorrei ulteriormente fare degli accertamenti quali potrei fare per analizzare bene la mia situazione.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
In base a quanto lei ci scrive certamente concordiamo con quanto le dice il suo urologo di riferimento, in quanto nessuno dei rilievi effettuati dimostra la necessità di ulteriori accertamenti nè tantomeno di un intervento operativo. La terapia consigliata è molto comune e congrua per questo tipo di situazioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing