Utente
Buongiorno dottori, scrivo per capire se esiste una soluzione al problema di mio padre.
Nel 2015 ha subito una prostectomia x tumore e in seguito solo per sicurezza radioterapia.
Tutto bene fino all'anno scorso a maggio quando ha un blocco urinario.
In seguito viene operato a lama fredda per ripulire i margini... Qualche mese dopo inizia la storia infinita di continui blocchi urinari con impossibilità iniziale di inserire catetere perché non passa... Questo per 4 o 5 volte fino ad arrivare ad una nuova operazione stavolta con il laser... Il 2 gennaio.
Tutto bene fino ad una settimana fa in cui di nuovo blocco ma catetere inserito con facilità... Danno la colpa ad un'infezione quindi antinfiammatori x 5 giorni e via catetere... 2 giorni dopo la rimozione del catetere blocco... Nuovo inserimento catetere e rimandati tra 7 giorni per toglierlo... Io chiedo ma non esiste qualcosa per evitare continui blocchi?
Una plastica, un inserimento di Stent o non so che, visto che i tessuti probabilmente non reggono più e molto spesso chiudono il passaggio causando dolore fisico ma anche molto psicologico?
Vi chiedo gentilmente un parere perché non riusciamo a vedere una via d'uscita in questo momento.
Grazie mille.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La valutazione endoscopica è essenziale per decidere cosa sia più opportuno consigliare, tenendo conto che in queste situazioni si rischia facilmente di passare dalla ritenzione all'incontinenza. Le indicazioni alla revisione chirurgica sono molto rare, oggigiorno stanno diffonfendosi le endoproresi metalliche, che possono essere mantenute in sede per un lungo periodo a scopo "modellante". Le indicazioni sono però molto delicate e specifiche e possono essere valutate solo conoscendo il caso in tutti i suoi dettagli.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente
Grazie infinite! A noi hanno detto che le "protesi" sono superate perché si è scoperto che causano danni a lungo andare.. Ma se ho capito bene lei parla di modellare quindi immagino vada tenuta per un periodo anche lungo e poi tolta.. Giusto? Mi sembra di capire che esclude un terzo intervento in quanto comporterebbe un ulteriore incontinenza.
Grazie!!

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno, purtroppo sono ad aggiornare la situazione di mio padre.. Ha tenuto ancora il catetere per 2 volte per più di un mese e ogni volta dopo poche ore non faceva più pipi.. Blocco di nuovo. È stato trattato anche con cortisone per più di 20 giorni perché tramite cistoscopia hanno visto una grossa infiammazione che chiudeva il passaggio. Stesso risultato. Oggi gli hanno detto che hanno provato il possibile ma non c'è niente da fare... Catetere a vita! Sono davvero tutte qui le possibilità? Se riuscite a darmi una risposta ve ne sarei grata. Grazie mille!!!

[#4]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
La endoprotesi metallica mantenuta per alcuni mesi potrebbe essere una possibile alternativa, quantomeno da tentare, dipende da quali siano le abitudini della struttura che segue suo padre.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing