Utente
Dopo aver fatto pipi sento per circa 30 min un bruciore costante lungo l'uretra, alcune volte il bruciore è più presente, altre di meno.
Ho questo bruciore da quasi un anno ormai.

Sono andato da un urologo e ho preso svariati farmaci.

Ho fatto molti esami tra cui:
2 urinocultura e un esame delle urine, risultati entrambi negativi
L'urologo mi ha fatto prendere, prima Monuril, poi Monurelle plus prendendo 2 compresse al giorno per 5 giorni e poi 1 al giorno e da poco ho appena finito di prendere Permixon.
Ma ancora non ho notato NESSUN miglioramento.

Ho fatto anche un esame della prostata, anche quello risultato negativo.
Ho fatto anche un ecografia a i reni e alla vescica, anche qui niente.

L'urologo mi ha detto che potrei fare anche la spermiocultura, ma ha senso?

Come potrei avere dei batteri nello sperma senza che ho mai avuto rapporti sessuali?

Cosa potrei avere?
L'unico sintomo che ho è questo bruciore dopo la minzione...
Grazie in anticipo per i consigli.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

in presenza di queste situazioni cliniche molto particolari, difficile per noi capire, da questa postazione, se vi è un problema serio senza una valutazione clinica diretta e quindi impossibile formulare una risposta mirata e corretta.

Bisogna, a questo punto, riconsultare in diretta il suo andrologo od urologo di fiducia.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche andrò-urologiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-urina-brucia.html .

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione diagnostica mirata e poi eventualmente, quando è possibile, anche una prospettiva terapeutica corretta e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/